NAVIGA IL SITO

Tango bond: la situazione di chi ha aderito e chi no

Oggi dedico la newsletter ad un aggiornamento sulla situazione del debito argentino, cercando di analizzare cosa è successo a chi ha aderito al piano di ristrutturazione argentino e a chi ha, invece, deciso di non accettare i termini dello scambio.

di Redazione GirlPower 15 lug 2005 ore 16:13
GRANDE NOVITA'
Le quotazioni dei corporate bond
e da oggi 3 nuovi titoli

Clicca qui


grazie a

ATTENZIONE!
la tabella sui rendimenti dei bond dei paesi emergenti con riferimento all'Argentina, è stata modificata, inserendo al posto dei due vecchi bond in default, i due bond (eur e usd) denominati "par" e di recente emissione. I rendimenti sono calcolati in relazione alla durata media del bond (2033), che rimborsa il capitale in venti rate semestrali a partire dal 2030 e fino al 2038 (scadenza finale), pertanto nel modo più corretto.



Chi ha aderito

Chi ha aderito si trova oggi ad avere recuperato un po' meno del 40% del nominale detenuto nei vecchi titoli andati in default, se consideriamo le cedole arretrate pagate ed il controvalore di mercato dei nuovi titoli detenuti. In particolare, chi ha scelto i titoli par in euro ha fatto l'affare migliore e si trova oggi lievemente in vantaggio su chi ha scelto i discount bond (che assicurano cedole più elevate in cambio di un taglio di due terzi nel nominale detenuto). Il vantaggio si misura in circa un paio di punti, se guardiamo ai titoli in euro. Come detto qualche settimana fa, questa maggior valutazione dei titoli par non corrisponde ad una loro effettiva maggior convenienza, ma ad una semplice preferenza del mercato per questi titoli. In altre parole i titoli par rendono meno dei loro omologhi discount. Il mercato è così: prendere o lasciare! La 'sopravvalutazione', tuttavia, si è ridotta negli ultimi giorni, anche se resta interessante vendere i par bond per comprare i discount bond.
Trattare discount bond necessita solo di qualche avvertenza. Infatti, la cedola (7,82% per i titoli in euro e per i primi anni) viene in parte pagata ogni sei mesi ed in parte capitalizzata, andando ad aumentare il nominale del titolo. Per fare un esempio concreto, chi oggi dovesse acquistare 100 euro di nominali originari in titoli discount in euro, per valuta 20 luglio e ad un prezzo di mercato di 94, dovrebbe disporre di:

euro 99,86 (94 x 106,23%) in quanto 6,23% sono gli interessi capitalizzati all'ultimo stacco cedola (30/6/2005)
euro 0,34 pari a quanto capitalizzato dal 1 luglio ad oggi
euro 0,33 pari al rateo della cedola effettivamente pagata in contanti

per un totale di euro 100,53

Che prospettive ci sono per i bond? I rendimenti si sono considerevolmente ridotti negli ultimi giorni, tanto da essere molto vicini a quelli del debito brasiliano (ormai il premio di rendimento del debito argentino su quello brasiliano di pari scadenza è inferiore a 50 centesimi di punto). A mio parere, ci si può aspettare ancora qualche piccolo miglioramento dato dal fatto che i titoli argentini danno anche diritto ad un warrant che pagherà cedole in funzione del buon andamento del Pil del paese. Le stime di valore prevalenti sul mercato oggi parlano di un valore del warrant pari a 4-5 punti, anche se solo due settimane fa quasi nessun valore veniva riconosciuto agli strumenti.


Chi non ha aderito

Sicuramente non ha fatto bene. Le prospettive di azioni legali contro il paese restano minime e non tali da rassicurare un investitore che ha oggi in mano della carta dal dubbio valore. Persistono comunque (limitate) operazioni sul debito defaultato che attribuiscono un valore inferiore a 30 al vecchio debito, ma l'effettiva cessione sul mercato dei titoli resta più che difficoltosa. Si parla di una possibilità di riapertura della vecchia offerta, senza corresponsione degli interessi arretrati, ma si tratta di semplici illazioni; anche se i commentatori, specie argentini, si dicono certi che una offerta sarà fatta a chi è stato fuori dallo scambio, ma che questa sarà in qualche modo penalizzante per i 'ritardatari'



Titoli di stato e tassi








Obbligazioni corporate

.[



High Yield








Paesi emergenti


+



Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »