NAVIGA IL SITO

Osservatorio Bond del 16 dicembre 2004

Viaggi del Ventaglio. Sembra sia stato trovato l’accordo tra i vertici di Viaggi del Ventaglio e gli istituti di credito. I punti di incontro sarebbero stati raggiunti sulla sottoscrizione dell’inoptato dell’aumento di capitale, il rifinanziamento delle obbligazioni e il riscadenziamento del rimborso dei derivati.

di La redazione di Soldionline 16 dic 2004 ore 11:01
Gentili lettori,

per utilizzare in modo corretto qesta rubrica è importante tenere presente che:
· la rubrica ha lo scopo di monitorare per voi tutte le notizie importanti che vengono pubblicate sulle società italiane che hanno emesso Corporate Bond; non abbiamo incluso i Gruppi più solidi, come Telecom Italia, ENI e ENEL, ecc, perché riteniamo del tutto improbabile un loro default;
· la rubrica non intende fornire analisi e valutazioni sulle società emittenti, o notizie specifiche sulle loro emissioni obbligazionarie. ma semplicemente effettuare il monitoraggio della stampa per consentirvi di reperire notizie che magari vi erano sfuggite. Chiaramente spesso da quelle notizie si possono trarre informazioni utili per valutare lo stato di salute della società, e quindi anche eventuali problemi sul rimborso delle emissioni;
· la rubrica è di fatto una rassegna stampa, quindi non contiene analisi e giudizi di chi la redige. In ogni caso, qualsiasi notizia o commento contenuto nella rubrica non può essere interpretato come sollecitazione a fare o non fare, acquistare o vendere. Qualsiasi decisione di investimento o disinvestimento sarà presa da voi in totale autonomia.


Ecco le notizie presenti sulla stampa oggi 16 dicembre 2004:

Viaggi del Ventaglio
Sembra sia stato trovato l'accordo tra i vertici di Viaggi del Ventaglio e gli istituti di credito. I punti di incontro sarebbero stati raggiunti sulla sottoscrizione dell'inoptato dell'aumento di capitale, il rifinanziamento delle obbligazioni e il riscadenziamento del rimborso dei derivati. Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, Banca Intesa, Unicredit, Deutsche Bank e San Paolo-IMI, avrebbero dato la loro disposizione per sottoscrivere poco meno della metà dei 50 milioni di euro relativi ai diritti dell'aumento di capitale di Viaggi del Ventaglio rimasti inoptati. Sul bond da 100 milioni di euro che scadrà a metà del 2005, invece, sarebbe previsto un rifinanziamento in pool, tramite l'accensione di alcune linee di credito bancarie. Su una parte degli strumenti derivati, che erano stati stipulati per coprirsi dai rischi dell'attività all'estero, ma che hanno causato perdite per 11 milioni di euro nei primi nove mesi dell'esercizio 2003/2004, è previsto lo slittamento del rimborso al 2008. Infine, le banche sarebbero disposte a concedere ulteriori crediti per 30 milioni di euro per finanziare i progetti di crescita della società, tramite eventuali acquisizioni.
La Repubblica, invece, riprende alcune indiscrezioni relative alla possibilità che i gruppi alberghieri spagnoli Playa Sol e Insotel possano rilevare due alberghi messi in vendita da Viaggi del Ventaglio. L'operazione permetterebbe alla società di ottenere parte della liquidità necessaria a rimborsare il bond.

Cirio
Finanza e Mercati ricorda che questa mattina sarà perfezionato il passaggio di proprietà delle attività di Cirio De Rica e Sopragol alla cordata guidata da Conserve Mediterraneo. Intanto, secondo alcune indiscrezioni, i legali degli ex vertici della società, Sergio Cragnotti e Filippo Fucile, avrebbero richiesto il trasferimento degli atti dell'inchiesta sul crac del gruppo dalla procura di Monza a quella di Roma.

Finmatica
Brescia Oggi riporta la notizia che il Tribunale di Brescia ha dato l'ok all'esercizio provvisorio per Finmatica, che consentirà alla società di proseguire nella sua attività.

Lucchini
Alcuni quotidiani riprendono la notizia delle trattative con i russi di Severstal, per la cessione del 70-75% del capitale dell'azienda a un prezzo di 450 milioni di euro. L'obiettivo dei vertici del gruppo bresciano sarebbe quello di cedere l'intero capitale. Lucchini dovrà rimborsare due bond. Uno da 100 milioni di euro nel 2005 e l'altro da 200 milioni l'anno seguente. La notizia dell'arrivo dei russi non è stata accolta con entusiasmo dai sindacati dell'azienda, che chiedono garanzie per i lavoratori.

Fantuzzi
I quotidiani locali riportano la notizia che è stata trovata l'intesa tra i vertici di Fantuzzi e i sindacati, sul futuro dello stabilimento di Reggio Emilia. I lavoratori hanno dato il via libera all'accordo.

La Veggia
Resto del Carlino ricorda che oggi è prevista l'adunanza dei creditori di La Veggia, la società in amministrazione straordinaria dallo scorso agosto. Secondo alcune indiscrezioni i principali creditori dell'azienda sarebbero intenzionati a dare il via libera al piano industriale del gruppo, un passo necessario per arrivare al risanamento della società.

Versace
Su Finanza e Mercati è riportata la notizia relativa alla riorganizzazione del Gruppo Versace. Secondo il quotidiano finanziario, a gennaio partirà la cura dimagrante del gruppo. Il piano industriale per il periodo 2005-2010 prevede l'appoggio di Banca Intesa, lo stesso istituto che lo scorso luglio ha consentito all'azienda il rimborso del bond da 100 milioni di euro.

Fin.Part
Il Sole 24 Ore evidenza che il consiglio di amministrazione della controllata Frette ha dato il via libera per concedere in affitto il marchio dell'azienda a Coraline, azienda controllata dal fondo di private equity statunitense JH Partners e dal finanziere Ettore Cesaraccio. Il contratto pluriennale dovrebbe fruttare alla società oltre 120 milioni di euro, spalmati nell'arco di dodici anni.







Per richieste, commenti e suggerimenti, scrivete a

edoardofagnani@soldionline.it


Leggi tutti gli Articoli
Tutte le ultime su: Osservatorio bond
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »