NAVIGA IL SITO

Obbligazioni cinquantennali: caratteristiche dei nuovi titoli a lunghissima scadenza

di La redazione di Soldionline 1 set 2005 ore 11:25
mercoledì 9 marzo 2005

Nelle ultime settimane, prima il governo francese e poi Telecom Italia hanno proposto obbligazioni con scadenza cinquantennale.
La forte richiesta di questi primi due titoli a 50 anni ci spinge ad analizzare le loro caratteristiche.

A differenza dei classici 'perpetual' normalmente emessi soprattutto da banche e assicurazioni, questi titoli a lunghissima scadenza hanno cedola fissa e non hanno 'call' (cioè non possono essere rimborsate anticipatamente dall'emittente).




Questi titoli quindi rappresentano il massimo a livello di 'duration' reperibile sul mercato. Ricordiamo che la duration misura la sensibilità del prezzo di un'obbligazione al movimento dei tassi di interesse.
Il titolo del governo francese e di Telecom Italia hanno una duration di 20 e 17,5 rispettivamente, ciò significa che se i tassi a lunghissima scadenza saliranno dell'1%, il prezzo di questi due titoli sederà del 20 e 17,5 punti rispettivamente.
La differenza di duration tra i due titoli è conseguenza della differente cedola (4% del titolo francese contro 5,25% di Telecom), che rende il titolo Telecom Italia meno sensibile al movimento dei tassi.
Per avere un termine di paragone, il BTP trentennale (con cedola 5%) ha una duration di 15,5 circa; 20 anni in più di vita del titolo quindi hanno un impatto abbastanza limitato sulla duration.

Da un punto di vista dei rendimenti il titolo francese a 50 anni rende attualmente il 4,27% contro il 4,24% del trentennale (sempre emesso dal governo francese); la differenza quindi è praticamente nulla.
Il titolo Telecom Italia a 50 anni invece rende il 5,30% contro il 5,05% di un'emissione con scadenza 2033; anche in questo caso la differenza di rendimento è abbastanza limitata.

In termini pratici, l'unica vera attrattiva del titolo di stato francese ci sembra il fatto di poter acquistare un titolo con una duration ancora più elevata di un trentennale, anche se con una duration di circa 20 non siamo poi troppo distanti dal 17,5 di molti trentennali con cedola bassa.
Il titolo Telecom Italia invece, ferme restando le precedenti considerazioni sulla duration, presenta in termini assoluti un extra-rendimento abbastanza poco significativo rispetto ad emissioni trentennali. Lo 0,25% di rendimento in più all'anno non cambia di molto le prospettive di un titolo il cui prezzo si può muovere anche di 15-20 punti (e di 3-4 punti in più rispetto ad un trentennale).

La nostra valutazione si inverte però in termini relativi; a nostro parere infatti il rischio emittente a 30 o 50 anni non è poi così differente, l'arco temporale considerato è comunque così lungo che le considerazioni e la valutazioni in merito sono assai simili. In quest'ottica un extra-rendimento dello 0,25% all'anno può essere considerato un differenziale abbastanza significativo.
Per completezza segnaliamo che il titolo Telecom cinquantennale ha un extra-rendimento di circa +1,30% rispetto ad uno con scadenza decennale 5,30% contro 4%)) ma una duration quasi tripla (17,5 contro 6,5).

In conclusione a ben vedere, nonostante l'impatto 'psicologico' di detenere un titolo con scadenza dopo 50 anni, all'atto pratico le differenze tecniche rispetto ad un trentennale sono tutto sommato poco significative.

I titoli cinquantennali possono tutt'al più rappresentare un ulteriore strumento speculativo sui tassi di interesse (per chi non si accontenta della volatilità dei titoli trentennali), a patto però che il recente interesse per questa scadenza non si riveli temporaneo.
Data infatti la mancanza (almeno dal lato degli investitori) di forti motivazioni concrete per sviluppare le obbligazioni cinquantennali, c'è a nostro parere il rischio che passata questa fase di entusiasmo, si riduca l'interesse del mercato e con esso la liquidità di questi titoli sul mercato secondario, rendendo ancora meno appetibili questi titoli rispetto alle classiche scadenze decennali e trentennali.



Leggi gli Articoli precedenti sui Bond


Per ulteriori analisi e commenti registrati gratis cliccando qui



JC Investimenti è un servizio di consulenza on-line rivolto a investitori privati e istituzionali realizzato da analisti indipendenti di provata professionalità ed esperienza. I principali obiettivi di JC Investimenti sono:
" fornire analisi e commenti indipendenti sui mercati finanziari, attraverso Report periodici e interpretazioni in tempo reale dei principali avvenimenti economici;
" segnalare corrette strategie di investimento attraverso "Portafogli Consigliati" aggiornati in tempo reale. Per corrette strategie di investimento si intende un insieme di scelte che consentano un'adeguata distribuzione dei rischi e diano la possibilità di ottenere rendimenti superiori alla media del mercato;
" contribuire ad una maggiore consapevolezza degli investitori sulle opportunità, i rischi, gli errori e i casi di disinformazione più frequenti del mondo del risparmio;
" aggiornare gli abbonati sui principali temi normativi, legali e fiscali legati al mondo del risparmio.
Il servizio JC Investimenti non promette rendimenti favolosi ma mette in condizione gli iscritti di effettuare le scelte di investimento con maggiore cognizione di causa, evitando situazioni che potrebbero mettere a rischio la consistenza del proprio patrimonio.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »