NAVIGA IL SITO

Obbligazioni CDP 2026: rendimento, condizioni e calendario

Il bond CDP avrà una durata di 7 anni, fino al 2026, e un controvalore totale di un miliardo di euro. Il rendimento sarà misto: fisso inizialmente e variabile dal terzo al settimo anno

di Mauro Introzzi 14 giu 2019 ore 12:02

cdpHa preso il via lunedì 10 giugno 2019 il collocamento di una tranche di obbligazioni di Cassa Depositi e Prestiti. Il bond CDP avrà una durata di 7 anni, fino al 2026, e un controvalore totale di un miliardo di euro. Il tasso di rendimento sarà misto, ossia una parte fissa (all’inizio, per 2 anni) e una parte variabile (a partire dal terzo fino al settimo anno). Di seguito tutto quello da sapere sull'obbligazione, le sue principali caratteristiche e il calendario dell’offerta.

 

AGGIORNAMENTO DEL 13 GIUGNO: L'emittente ha deciso di anticipare la chiusura del periodo di offerta (L'offerta del bond CDP 2026 chiuderà il 14 giugno)

AGGIORNAMENTO DEL 14 GIUGNO: L'emittente ha deciso di incrementare il quantitativo di bond offerti (Bond CDP 2026: incrementata l'offerta)

AGGIORNAMENTO DEL 15 GIUGNO: L'emittente ha prezzato l'emissione del bond (CDP: il prezzo dell'emissione del bond 2026)

AGGIORNAMENTO DEL 18 GIUGNO: CDP ha diffuso i risultati del collocamento del bond (Bond CDP 2026, i risultati definitivi dell'offerta)

 

In questo approfondimento:


BOND CDP 2026: IL RENDIMENTO

Lo strumento che Cassa Depositi e Prestiti sta collocando ha un tasso di rendimento che per i primi 2 anni sarà fisso al 2,7% annuo. Per il successivo quinquennio il tasso diverrà variabile e sarà pari al tasso Euribor a 3 mesi più uno spread dell'1,94%.

Le cedole saranno pagate trimestralmente. Quelle fisse il 28 marzo, 28 giugno, 28 settembre e 28 dicembre di ogni anno a partire dal 28 settembre 2019 (incluso) fino al 28 giugno 2021 (incluso), quelle variabili il 28 marzo, 28 giugno, 28 settembre e 28 dicembre di ogni anno a partire dal 28 settembre 2021 (incluso) fino alla data di scadenza (inclusa).

Tutti questi valori sono lordi, ossia prima dell’imposizione fiscale.

 

RENDIMENTO A SCADENZA DEL BOND CDP 2026

Il prospetto informativo di Cassa Depositi e Prestiti simula un rendimento a scadenza assumendo che il prezzo di emissione sia pari al 100% del valore nominale e tenuto conto di un valore di un tasso Euribor a 3 mesi pari a -0,323% (quello rilevato il 6 giugno alle ore 11) ed in ipotesi di costanza del medesimo valore per tutta la durata delle obbligazioni. Con queste condizioni il rendimento minimo sarebbe pari all’1,954% annuo lordo alla scadenza.

 

BOND CDP 2026: DURATA, LOTTO MINIMO, RIMBORSO E TASSAZIONE

L'offerta è destinata esclusivamente a persone fisiche residenti in Italia e le obbligazioni saranno quotate sul MOT di Borsa Italiana. La durata dell’obbligazione CDP è fissata in 7 anni, tra il 2019 e il 2016. Il lotto minimo per ogni risparmiatore sarà pari a mille euro. A scadenza il rimborso sarà integrale, ossia al 100% del nominale. La tassazione sarà perfezionata tramite un’imposta sostitutiva del 12,5%, come succede per i titoli di stato.

 

BOND CDP, CALENDARIO DEL COLLOCAMENTO

Il collocamento avrà inizio alle ore 9:00 del 10 giugno 2019 e avrà termine alle ore 13:00 del 21 giugno 2019. L'emittente e i responsabili del collocamento si riservano la facoltà, da esercitarsi congiuntamente, di disporre la chiusura anticipata dell'offerta ma non prima di 5 giorni lavorativi. Già nel 2015, per un'emissione praticamente identica, si optò per una chiusura anticipata dell'offerta.

Il regolamento dell’operazione avverrà il 28 giugno 2019, la scadenza il 29 giugno 2026. Se arriveranno troppe richieste si procederà con un riparto.

 

OBBLIGAZIONI CDP, CRITERI DI RIPARTO

Se le adesioni risultassero superiori all'offerta si procederà al riparto e all'assegnazione dell'ammontare complessivo delle obbligazioni. Se il numero dei richiedenti risultasse non superiore al numero di lotti minimi disponibili, per ciascun richiedente sarà assegnato almeno un lotto minimo. Poi si procederà ad una assegnazione in misura proporzionale alle obbligazioni richieste (e non soddisfatte).

Se invece i richiedenti risultassero superiori al numero di lotti minimi questi ultimi saranno assegnati mediante  estrazione a sorte.

 

BOND CDP, CARATTERISTICHE (TABELLA)

Bond CDP 2019-2026: caratteristiche
Emittente Cassa depositi e prestiti 
Tipologia Obbligazione a tasso misto 
Durata  7 anni
ISIN IT0005374043 
Mercato di quotazione MOT (Mercato telematico delle obbligazioni) di Borsa Italiana
Totale emissione Un miliardo (aumentabile a 1,5 miliardi)
Destinatari Pubblico indistinto (retail)
Lotto minimo 1.000 euro
Taglio acquistabile Multipli di 1.000 euro
Lotto massimo 1.000.000 euro
Prezzo emissione Pari o inferiore al 100% del valore nominale
Prezzo rimborso 100% del valore nominale
Periodicità cedole Trimestrale
Tasso cedole primi 2 anni Fisso 2,7%
Tasso cedole ultimi 5 anni anni Tasso Euribor 3 mesi +1,94%
Date pagamento cedole 8 marzo, 28 giugno, 28 settembre e 28 dicembre di ogni anno, dal 28 settembre 2019
Reponsabili collocamento Banca IMI, BNP Paribas e UniCredit Bank
Rating obbligazione
Alla data del prospetto l'agenzia di rating S&P ha attribuito alle obbligazioni un rating atteso pari a "BBB"

 

BOND CDP, CALENDARIO (TABELLA)

Bond CDP 2019-2026: calendario 
Periodo di offerta Dalle 9 del 10 giugno 2019 alle 13 del 21 giugno 2019 salvo chiusura anticipata
Chiusura anticipata dell'offerta La chiusura anticipata avrà efficacia a partire dal giorno successivo a quello di pubblicazione del relativo avviso.  Il periodo di offerta dovrà avere comunque una durata almeno pari a 5 giorni lavorativi
Comunicazione prezzo emissione Entro  5  giorni  lavorativi dalla conclusione del periodo di offerta
Data emissione 28 giugno 2019
Data scadenza 28 giugno 2026 

 

OBBLIGAZIONE CDP, UNA GRAFICA DELLE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Dal sito della CDP ecco una grafica con le carateristiche principali dell'obbligazione:

obbligazione-cdp-2026

MOTIVAZIONI DELL'EMISSIONE

Ma quali sono le motivazioni per questa raccolta? Come già contemplato nell’ultimo piano industriale, il fine ultimo è quello della “diversificazione delle fonti di raccolta per finanziare gli investimenti nello sviluppo sostenibile del territorio, delle infrastrutture e delle imprese”. In particolare l’emissione si colloca nel più ampio processo strategico di CDP e ha l'obiettivo di sostenere i flussi di raccolta. 

La nota della società evidenzia come "la diversificazione dei canali, complementari rispetto a quello rappresentato dai tradizionali prodotti del risparmio postale, assicura stabilità ai flussi di raccolta e consentire a CDP il puntuale assolvimento dei propri compiti istituzionali, con specifico    riferimento alla Gestione Separata. La raccolta derivante dalle emissioni delle obbligazioni, è destinata a finanziare operazioni di interesse pubblico generale".

 

IL BOND CDP 2015-2022

Nel 2015 la Cassa Depositi e Prestiti aveva già collocato un obbligazione simile, con la stessa durata e la stessa tipologia di remunerazione (Bond CDP: le caratteristiche dell'obbligazione 2015-2022). L'offerta del bond CDP marzo 2022 fu incrementata da un miliardo a 1,5 miliardi (il massimo prestabilito) e fu chiusa dopo 5 giorni a causa della forte richiesta, che fu pari a 4 miliardi di euro (quadruplicando quindi l'offerta). L'obbligazione, 5 anni fa, finì nelle tasche di circa 70mila risparmiatori.

Tutte le ultime su: bond , cassa depositi prestiti
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come possono essere ritirare le vincite al Superenalotto? I premi Possono essere riscossi presentando la ricevuta originale e integra della schedina vincente giocata Continua »