NAVIGA IL SITO

Investire in obbligazioni “Corporate” a tasso fisso: una serie di proposte accessibili anche ai piccoli risparmiatori

In numerose recenti occasioni, abbiamo sottolineato come la forma attuale della curva dei tassi (pressoché totalmente piatta), consenta di beneficiare dello stesso rendimento indipendentemente dalla scadenza delle obbligazioni. Questo ovviamente spinge i risparmiatori, in assenza di motivazioni speculative, a scegliere le scadenze più brevi.

di La redazione di Soldionline 28 dic 2006 ore 10:00


mercoledì 27 dicembre 2006

Un'altra tendenza del mercato obbligazionario ed in particolare del segmento 'Corporate' (quello cioè delle emissioni delle società private) è quello di imporre a tutte le nuove emissioni importi minimi molto elevati (di solito 50.000 Euro), per impedirne di fatto l'acquisto ai piccoli risparmiatori.
Il motivo di questa tendenza, è che la normativa europea impone ormai tali e tanti obblighi di informativa verso la clientela privata, che le banche preferiscono nella maggior parte dei casi rinunciare del tutto al collocamento di nuove obbligazioni presso il mercato 'retail'.
Oltre agli obblighi di informativa si sono recentemente aggiunti, per tutte le obbligazioni emesse da meno di un anno, obblighi di garanzia sull'eventuale prezzo di riacquisto a carico delle Banche venditrici.
Questo ha fatto sì che molti istituti di credito abbiano deciso di non consentire ai loro clienti l'acquisto di obbligazioni con meno di un anno di vita.
Il paradosso di questa situazione è che per i risparmiatori privati sta ovviamente diventando sempre più difficile acquistare titoli obbligazionari (anche a basso rischio).

Mettendo assieme le due considerazioni precedenti, abbiamo selezionato una serie di titoli che per le loro caratteristiche sono accessibili a tutti i risparmiatori privati.

Veniamo dunque ai criteri di selezione che abbiamo utilizzato:
· Valuta di emissione: Euro
· Ammontare minimo emesso: 500 milioni di Euro
· Ammontare minimo negoziabile: 1.000 Euro
· Data di emissione: precedente al 1 dicembre 2005
· Cedola: minimo 3% massimo 5%
· Scadenza massima: 31 dicembre 2010
· Rating: minimo Baa3/BBB- massimo Aa1/AA+

Abbiamo inoltre ristretto la nostra ricerca ad emissioni per le quali siano presenti sul mercato almeno 5 operatori, disposti ad effettuare quotazioni sia in 'denaro' (il prezzo a cui il cliente può vendere), che lettera ((il prezzo a cui il cliente può acquistare).

Come sempre, abbiamo diviso la lista in tre categorie in funzione del loro rating:

- titoli BBB: sono i titoli più rischiosi, che impongono una certa attenzione nel seguire le vicende dell'emittente per non rischiare brutte sorprese;
- titoli A: sono titoli il cui merito di credito consente una certa tranquillità, anche se un minimo di monitoraggio è sempre consigliato;
- titoli AA: sono titoli che dovrebbero mettere l'investitore in una situazione di totale tranquillità (anche considerando la scadenza massima di 4 anni della nostra lista).

Titoli con rating da Baa3/BBB- a Baa1/BBB+




Titoli con rating da A3/A- a A1/A+





Titoli con rating da Aa3/AA- a Aa1/AA+w




Per finire, sottolineiamo come sempre che la precedente lista dei titoli non equivale ad un consiglio (ne tanto meno ad un invito) all'acquisto, ma semplicemente ad una prima selezione che i risparmiatori possono utilizzare per decidere, dopo i doverosi approfondimenti, se e su quale obbligazione investire.
Ricordiamo che solo per i titoli presenti nei nostri portafogli modello ci sentiamo pienamente responsabili del loro andamento


Leggi gli Articoli precedenti sui Bond

Per ulteriori analisi e commenti registrati gratis cliccando qui




JC Investimenti è un servizio di consulenza on-line rivolto a investitori privati e istituzionali realizzato da analisti indipendenti di provata professionalità ed esperienza. I principali obiettivi di JC Investimenti sono:
" fornire analisi e commenti indipendenti sui mercati finanziari, attraverso Report periodici e interpretazioni in tempo reale dei principali avvenimenti economici;
" segnalare corrette strategie di investimento attraverso "Portafogli Consigliati" aggiornati in tempo reale. Per corrette strategie di investimento si intende un insieme di scelte che consentano un'adeguata distribuzione dei rischi e diano la possibilità di ottenere rendimenti superiori alla media del mercato;
" contribuire ad una maggiore consapevolezza degli investitori sulle opportunità, i rischi, gli errori e i casi di disinformazione più frequenti del mondo del risparmio;
" aggiornare gli abbonati sui principali temi normativi, legali e fiscali legati al mondo del risparmio.
Il servizio JC Investimenti non promette rendimenti favolosi ma mette in condizione gli iscritti di effettuare le scelte di investimento con maggiore cognizione di causa, evitando situazioni che potrebbero mettere a rischio la consistenza del proprio patrimonio.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.