NAVIGA IL SITO

CTZ giugno 2021, rendimento negativo!

Il rendimento del CTZ è pari al -0,236%, rispetto allo 0,008% del collocamento dello scorso mese. Sono stati collocati titoli per un ammontare di 1,5 miliardi di euro

di Edoardo Fagnani 25 set 2019 ore 11:31

percentuale-discesaLa Banca d’Italia ha comunicato che nell’asta dell’undicesima tranche dei CTZ con scadenza 29 giugno 2021 (codice ISIN: IT0005371247) sono stati collocati titoli per un ammontare complessivo di 1,5 miliardi di euro, al massimo della forchetta indicata dal ministero dell’Economia e delle Finanze, compresa tra un miliardo e 1,5 miliardi di euro.

La richiesta dei CTZ è stata di quasi 3 miliardi, equivalente a un rapporto di copertura (ammontare di titoli richiesti su titoli offerti) di 1,99, in forte aumento rispetto all’1,5 dell’asta di agosto.

 

CONSULTA: QUOTAZIONI CTZ

 

Il rendimento del CTZ è diventato negativo e pari al -0,236%, rispetto allo 0,008% del collocamento del CTZ dello scorso mese; il prezzo di aggiudicazione è stato di 100,415.

Secondo le elaborazioni di Assiom Forex il rendimento netto del CTZ è negativo e pari al -0,322%.

 

Nella precedente asta del CTZ la richiesta del titolo era stata di circa 3 miliardi di euro, rispetto a un’offerta di 2 miliardi.

Attualmente l’importo in circolazione dei titoli è di oltre 16,11 miliardi di euro.

Tutte le ultime su: asta ctz , ctz
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Gli incentivi per l'assunzione di lavoratori

La legge riconosce sgravi contributivi per le assunzioni di persone in particolari condizioni. L’incentivo ha un’entità e una durata variabile. In questa guida tutti i bonus attualmente in vigore

da

ABCRisparmio

Il nuovo modello 730 per il 2020

Il nuovo modello 730 per il 2020

Il nuovo modello 730, in forma precompilata, sarà disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, dal prossimo 15 aprile 2020. Ecco le novità introdotto per il 2020 Continua »