NAVIGA IL SITO

Cirio, una sentenza a favore di una risparmiatrice

Plus riporta la notizia che il tribunale di Roma ha condannato Banca Mediolanum a risarcire per quasi 52mila euro una risparmiatrice che nel novembre del 2000 aveva investito 51mila euro in obbligazioni Cirio Finance Luxemburg. Focus anche su Alitalia, Parmalat, General Motors, Ford e Snia.

di La redazione di Soldionline 23 giu 2008 ore 11:56

Gentili lettori,
per utilizzare in modo corretto questa rubrica è importante tenere presente che:
- la rubrica ha lo scopo di monitorare per voi tutte le notizie importanti che vengono pubblicate sulle società italiane che hanno emesso Corporate Bond; non abbiamo incluso i gruppi più solidi, perché riteniamo del tutto improbabile un loro default;
- la rubrica non intende fornire analisi e valutazioni sulle società emittenti, o notizie specifiche sulle loro emissioni obbligazionarie, ma semplicemente effettuare il monitoraggio della stampa per consentirvi di reperire notizie che magari vi erano sfuggite. Chiaramente spesso da quelle notizie si possono trarre informazioni utili per valutare lo stato di salute della società, e quindi anche eventuali problemi sul rimborso delle emissioni;
- la rubrica è di fatto una rassegna stampa, quindi non contiene analisi e giudizi di chi la redige. In ogni caso, qualsiasi notizia o commento contenuto nella rubrica non può essere interpretato come sollecitazione a fare o non fare, acquistare o vendere. Qualsiasi decisione di investimento o disinvestimento sarà presa da voi in totale autonomia.


Ecco le notizie presenti sulla stampa nel week-end e nella giornata odierna, 23 giugno:


Cirio
Plus, l'inserto del sabato del quotidiano Il Sole 24 Ore, riporta la notizia che il tribunale di Roma ha condannato Banca Mediolanum a risarcire per quasi 52mila euro una risparmiatrice che nel novembre del 2000 aveva investito 51mila euro in obbligazioni Cirio Finance Luxemburg con scadenza nel 2002. Il tribunale ha motivato la sentenza con la mancata informazione dell'elevato grado di rischio dei titoli sottoscritti. Banca Mediolanum ha contestato la decisione del tribunale e ha deciso di impugnare la sentenza di fronte alla corte di appello di Roma. Secondo l'istituto, prima dell'acquisto dei bond Cirio, la risparmiatrice aveva effettuato altri investimenti di natura azionaria, a testimonianza della conoscenza dei rischi di mercato.

Alitalia
Il Sole 24 Ore di sabato fornisce un aggiornamento sulla situazione di Alitalia. Il quotidiano finanziario scrive che l'ipotesi che sta prendendo piede è quella di dar vita a una nuova compagnia costituita dalle attività industriali e dei servizi, mentre le attività finanziarie sarebbero scorporate e collocate in una compagnia di nuova costituzione. A questo punto AirOne potrebbe entrare nel capitale della newco operativa. In un secondo tempo la società lancerà un aumento di capitale, che secondo Il Sole 24 Ore dovrebbe ammontare a non meno di un miliardo di euro. Alla ricapitalizzazione dovrebbero partecipare alcuni operatori privati e altri partner finanziari.
Anche Milano Finanza ha dedicato ampio spazio all'attuale situazione di Alitalia. Secondo il settimanale con l'approvazione del decreto relativo al prestito ponte di 300 milioni di euro, la compagnia aerea sarebbe formalmente in procedura fallimentare. Inoltre, secondo gli ultimi calcoli, servirebbero ben 1,8 miliardi di euro per rilanciare l'azienda. Infine, Milano Finanza ricorda che attualmente le obbligazioni di Alitalia quotano a sconto rispetto al loro valore nominale.
Secondo alcune fonti sindacali, i rappresentanti dei lavoratori di Alitalia starebbero organizzando una riunione intersindacale per il prossimo 24 giugno.

Parmalat
Secondo quanto scritto su Plus, alcuni hedge fund starebbero guardando con interesse alle cause revocatorie di Parmalat, che potrebbero essere cedute in futuro dal gruppo di Collecchio. Il settimanale ricorda che a fine 2007 il valore di queste cause ammontava a 3,6 miliardi di euro. 

General Motors - Ford
Secondo la banca d'affari Lehman Brothers, le controllate finanziarie di Ford e General Motors potrebbero subire delle svalutazioni comprese tra gli 1 e gli 1,5 miliardi di dollari, in seguito alle difficoltà del settore automobilistico.
Intanto, i vertici di Ford hanno comunicato che i risultati di vendita di questo esercizio saranno inferiori a quelli registrati nel 2007, in seguito alla flessione delle vendite nel mercato statunitense.

Snia
La società di revisione KPMG, nell'esame del bilancio del 2007, ha sollevato qualche incertezza sulla continuità aziendale di Snia, alla luce delle perdite registrate lo scorso anno e nei primi mesi del 2008. I vertici della società hanno precisato che la società di revisione ha regolarmente rilasciato la propria certificazione sul bilancio di esercizio come consolidato. Inoltre, il management ha ribadito la validità del piano industriale e le prospettive di un recupero di redditività.
Intanto, Snia ha comunicato che saranno messi in vendita i terreni detenuti dalla controllata Immobiliare Snia S.r.l., situati nei comuni di Varedo, Paderno Dugnano e Limbiate. La data di vendita è stata fissata per il 16 luglio, per un prezzo di 25 milioni di euro. L'operazione dovrebbe determinare una plusvalenza di quasi 15 milioni.

 

Tutte le ultime su: Osservatorio bond
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come possono essere ritirare le vincite al Superenalotto? I premi Possono essere riscossi presentando la ricevuta originale e integra della schedina vincente giocata Continua »