NAVIGA IL SITO

BTP marzo 2035, al 2,87% il rendimento nell'asta della quarta tranche

di Mauro Introzzi 13 giu 2019 ore 11:08 Le news sul tuo Smartphone

btp_3Il Tesoro ha collocato in queste ore la quarta tranche del BTP con scadenza 1° marzo 2035, godimento 1 settembre 2018 e tasso annuo 3,35%, pagato in due cedole semestrali (con ISIN IT0005358806). Dell'obbligazione in questione sono stati piazzati titoli per un ammontare pari a 1,5 miliardi di euro, al massimo della forchetta, tra 1 e 1,5 miliardi di euro, che era stata prevista dal ministero per l'asta odierna.

Le richieste sono state pari a 2,34 miliardi di euro, con un rapporto di copertura (tra titoli richiesti e titoli emessi) di 1,56.

Sulla base di un prezzo di aggiudicazione di 106,26 il rendimento lordo complessivo di questa obbbligazione è stato fissato al 2,87%.

Del BTP in oggetto circolano titoli per un controvalore pari a 13,3 miliardi di euro.

 

Nell'asta della seconda tranche, del mese di aprile quando si collocarono altri 1,5 miliardi di euro di titoli, il rapporto di copertura si fermò al 1,37, con un rendimento lordo complessivo fissato al 3%.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: asta btp , btp

Guide Lavoro

Cosa è il Durc e a chi serve

Il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), serve ad attestare la regolarità dei versamenti dovuti a Inps e Inail

da

ABCRisparmio

Come funziona la rottamazione delle cartelle e quali debiti riguarda

Come funziona la rottamazione delle cartelle e quali debiti riguarda

La rottamazione delle cartelle consente di estinguere i debiti iscritti a ruolo dall’Agenzia delle Entrate e Riscossione senza pagare sanzioni o interessi di mora Continua »