NAVIGA IL SITO

BTP Italia: a 16,84 miliardi di euro le richieste finali della prima giornata

Termina domani il collocamento della quinta tranche del BTP Italia, il titolo di stato con scadenza a 4 anni, indicizzato all’inflazione e dedicato alla clientela retail. Record di richieste

di Mauro Introzzi 5 nov 2013 ore 09:22
Parte oggi il collocamento della quinta tranche del BTP Italia, il titolo di stato con scadenza a 4 anni, indicizzato all’inflazione, venduto alla pari e dedicato alla clientela retail, alla quali è riconosciuto un premio di fedeltà per chi acquista in asta e detiene fino alla scadenza (LEGGI ANCHE: BTP Italia - quinta tranche: le caratteristiche del titolo).

In questa pagina gli aggiornamenti di come sta procedendo la raccolta
:

Ore 19.00 - Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunicato di volersi avvalere della facoltà di chiusura anticipata dell’emissione del BTP Italia, in considerazione dell’andamento del collocamento nella prima giornata, che ha registrato contratti per un controvalore di oltre 16,83 miliardi di euro. La chiusura anticipata avverrà domani 6 novembre 2013 alle ore 14,00.

Ore 17.43 - Ha letteralmente bruciato tutte le attese più rosee la prima giornata di collocamento del BTP Italia. Il livello delle richieste ha raggiunto i 16,84 miliardi di euro, molto vicino ai 18 miliardi raccolti nell'ottobre 2012 per la terza tranche, quella con scadenza ottobre 2016. Ma quella volta in 4 giorni di offerta! Quasi sicuro, quindi, che il Tesoro preferisca sfruttare la possibilità di chiudere anticipamente domani pomeriggio alle 14 il periodo d'offerta, invece che il prossimo venerdì come inizialmente stabilito.

Ore 16.52
- A metà pomeriggio le richieste per il titolo di stato indicizzato all'inflazione, scadenza a 4 anni e dedicato alla clientela retail hanno raggiunto i 16 miliardi di euro. Quasi per certo, secondo gli addetti ai lavori, è quindi la chiusura anticipata dell'operazione.

Ore 14.15 -
Continua a correre velocissima la domanda per il BTP Italia, il titolo di stato indicizzato all'inflazione con scadenza a 4 anni e dedicato alla clientela retail. In questi minuti le richieste hanno sorpassato i 13 miliardi di euro, ben oltre le stime iniziali del ministero del Tesoro, che prevedeva 10 miliardi raccolti nell'intero periodo di offerta.

Ore 12.21 - Dopo circa 3 ore di collocamento il BTP Italia ha bruciato la soglia dei 10 miliardi di euro di richieste.
Questo livello era quello totale previsto dal ministero del Tesoro per questa operazione. A questi ritmi si fa più probabile la chiusura del collocamento per domani alle 14, ben prima del termine prefissato per il prossimo venerdì.

Ore 10.41 -
Si alza a 5 miliardi di euro il totale degli ordini per il BTP Italia, il titolo indicizzato all'inflazione che il Tesoro sta collocando in queste ore. La partenza è stata decisamente positiva, tanto che quasi sicuramente non si chiuderà nei termini previsti.

Ore 9.38 -
Una vera e propria partenza sprint per la quinte tranche del Btp Italia con scadenza novembre 2017. In poco più di mezz'ora le richieste per il titolo di stato indicizzato all'inflazione hanno raggiunto e superato il miliardo e mezzo di euro, arrivando quasi agli 1,74 miliardi di euro dell'intera seconda tranche, quella del giugno 2012.

BTP Italia, i rendimenti

Il BTP Italia stacca ogni sei mesi la sua cedola e una rivalutazione calcolata sul costo della vita.
Nelle scorse ore il ministero ha comunicato l’entità della cedola minima garantita, che sarà pari al 2,15% netto (a cui andrà aggiunto il valore dell’inflazione). Un rendimento in calo rispetto al 2,25% dello scorso aprile ma abbondantemente all’interno delle stime, comprese tra il 2,1% e il 2,25%.

Ecco i tassi minimi garantiti (netti) dei quattro collocamenti precedenti:
Prima tranche (marzo 2012): 2,45%.
Seconda tranche (giugno 2012): 3,55%.
Terza tranche (ottobre 2012): 2,55%.
Quarta tranche (aprile 2012): 2,25%.

I risultati delle tranche precedenti

Il BTP Italia ha esordito nel marzo del 2012 e in meno di due anni ha portato nelle casse dello stato circa 44 miliardi di euro.

Ecco i risultati dei quattro collocamenti precedenti:
Prima tranche (marzo 2012): 7,29 miliardi di euro.
Seconda tranche (giugno 2012): 1,74 miliardi di euro.
Terza tranche (ottobre 2012): 18,01 miliardi di euro.
Quarta tranche (aprile 2012): 17,06 miliardi di euro.

Ecco, in un’infografica, com’è andato il collocamento della quarta tranche:


definitivi-btp-italia-4_1

Le attuali quotazioni dei BTP Italia:
- Quotazione BTP Italia 26 marzo 2016 (Prima tranche)
- Quotazione BTP Italia 11 giugno 2016 (Secondo tranche)
- Quotazione BTP Italia 22 ottobre 2016 (Terza tranche)
- Quotazione BTP Italia 22 aprile 2017 (Quarta tranche)
Tutte le ultime su: btp italia
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.