NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Obbligazioni Italia » BTP Italia maggio 2026 (tredicesima tranche): dati definitivi e composizione della raccolta

BTP Italia maggio 2026 (tredicesima tranche): dati definitivi e composizione della raccolta

Il dato definitivo relativo alla raccolta ordini da parte degli investitori istituzionali è pari a 3,653 miliardi. Il totale, considerando anche il retail, arriva quindi a 7,71 miliardi

di Mauro Introzzi 18 mag 2018 ore 17:00

Si è concluso in queste ore - con ordini complessivi per 7,71 miliardi di euro - il collocamento del BTP Italia con scadenza maggio 2026. Lo strumento, giunto alla tredicesima edizione è indicizzato all’inflazione, dedicato ai piccoli risparmiatori e torna ad avere una durata di 8 anni.

Il ministero del Tesoro ha diffuso i dati definitivi del collocamento. Il tasso cedolare minimo è stato rivisto ed alzato dallo 0,4% comunicato in precedenza, allo 0,55% (pagato in due cedole semestrali).

L’importo emesso totale, nel periodo di collocamento iniziato il giorno 14 maggio 2018 e concluso alle ore 11 della giornata odierna, 17 maggio, è stato pari a 7,709 miliardi di euro. In particolare, nel corso della prima fase del collocamento (dedicata a investitori individuali e affini), dal 14 al 16 maggio 2018, sono stati conclusi 62.728 contratti per un controvalore pari a 4,057 miliardi di euro. Nella seconda fase del collocamento (dedicata a investitori istituzionali), che si è aperta e conclusa nella giornata odierna, il numero delle proposte di adesione pervenute ed eseguite è stato pari a 286, per un controvalore emesso pari a 3,653 miliardi di euro.

 

Aggiornamento del 18 maggio:

 

btp-italia_3Il Tesoro ha comunicato altri dati sulla tredicesima emissione del BTP Italia. Nel corso della Prima Fase del collocamento, dedicata agli investitori retail, le contrattazioni (sia per numero di contratti che per controvalore) hanno registrato una domanda più sostenuta nel primo giorno rispetto al secondo e, ancor più, rispetto al terzo, in linea con le scorse emissioni.

Nei 4 giorni (i primi 3 per il retail e il quarto per gli istituzionali) il controvalore domandato ed interamente allocato è stato pari a:

  • 2,306 miliardi di euro in 33.238 contratti,
  • 1,417 miliardi di euro in 22.260 contratti,
  • 334 milioni di euro in 7.230 contratti,
  • 3,653 miliardi di 286 contratti.

 

Il controvalore medio per contratto di ogni giornata è stato quindi pari a:

  • 69.391 euro,
  • 63.645 euro,
  • 46.132 euro,
  • 12.771.063 euro.

 

Con riferimento alla prima fase (i 3 giorni dedicati al retail), dei 62.728 contratti conclusi circa il 47% è stato di importo inferiore ai 20mila euro. Se si considerano i contratti fino a 50mila euro, si arriva circa al 78% del totale relativo a questa fase.

Sempre con riferimento alla prima fase il Tesoro stima che circa il 78% abbia inoltrato l’ordine attraverso le filiali delle reti bancarie, mentre circa il 22% attraverso l'home banking. Per quanto riguarda la ripartizione geografica degli ordini ricevuti durante la prima fase, la quota stimata degli investitori domestici è stata pari a circa il 98%, mentre il restante 2% sarebbe stato collocato all’estero.

 

Con riferimento alla seconda fase di collocamento (quella dedicata agli investitori istituzionali), il Tesoro stima che circa il 78% dell’ammontare emesso è stato collocato presso le banche, mentre gli asset manager hanno acquistato circa l’11%. La restante quota, pari a circa l’11%, è stata allocata a hedge fund (circa l’8%), istituzioni non finanziarie (circa il 2%) ed assicurazioni (circa l’1%).

Il collocamento, nella seconda fase, ha visto una presenza significativa di investitori domestici, che ne hanno sottoscritto circa il 73%. Importante è stata anche la quota sottoscritta da investitori residenti in Germania (circa il 14%) e nel Regno Unito (circa l’11%). Il restante 2% circa dell’emissione, è stato collocato presso investitori di altri paesi, principalmente europei.

 

SoldiOnline.it ha seguito in diretta il collocamento, con frequenti aggiornamenti di questa pagina

 

LEGGI TUTTE: Le caratteristiche del BTP Italia maggio 2026

 

BTP ITALIA - TREDICESIMA TRANCHE: DIRETTA QUARTA GIORNATA (17 MAGGIO 2018)

11.20 - Il dato definitivo relativo alla raccolta ordini da parte degli investitori istituzionali sul BTP Italia maggio 2026 è pari a 3,653 miliardi di euro in 286 proposte. Il totale, considerando anche i 4,06 miliardi raccolti tra il retail, arriva quindi a 7,71 miliardi di euro.

 

10.15 - Dopo un'ora e un quarto di raccolta ordini degli investitori istituzionali il controvalore totale richiesto è pari a più di 2 miliardi di euro. Le proposte arrivate da questa categoria di investitori sono più di 200. Il totale, con gli oltre 4 miliardi prenotati dal retail, sarebbe quindi pari a 6 miliardi di euro.

Il ritmo è crescito dopo che sul mercato hanno iniziato a circolare indiscrezioni relative a un incremento della cedola minima (ora fissata allo 0,4%) dello strumento, che potrebbe essere adeguata alle nuove condizioni di mercato dopo le novità di questi ultimi giorni.

 

9.00 - Al via la quarta giornata dedicata al collocamento del BTP Italia maggio 2026. Tra le 9 e le 11 tocca agli investitori istituzionali. L'ISIN del titolo per questa fase del collocamento è: IT0005332835.

Lo scorso novembre il collocamento della dodicesima tranche del Btp Italia riservato agli investitori istituzionali si era chiuso con richieste per quasi 10,78 miliardi di euro; il Tesoro decise di avvalersi della possibilità di procedere con un riparto dei titoli per una percentuale del 31,1%, assegnando così titoli per un ammontare di 3,35 miliardi di euro.

 

BTP ITALIA - TREDICESIMA TRANCHE: DIRETTA TERZA GIORNATA (16 MAGGIO 2018)

17.40 - La terza giornata di raccolta ordini per la tredicesima tranche del BTP Italia con scadenza maggio 2026 si è chiusa con un controvalore raccolto pari a 333 milioni di euro in 7.230 contratti.

Il totale dei 3 giorni dedicati alla raccolta ordini dello strumento del Tesoro dedicato alla clientela retail è stato così pari, considerando i 3,7 miliardi dei primi 2 giorni, a oltre i 4 miliardi di euro.

Domani mattina, tra le 9 e le 11 spazio agli istituzionali.

 

16.30 - Mentre manca poco più di un'ora alla chiusura della terza giornata di raccolta ordini il controvalore dei quasi 7mila contratti della tredicesima tranche del BTP Italia è arrivato a 320 milioni di euro.

 

15.00 - Nelle prime fasi di collocamento del pomeriggio del BTP Italia attualmente sottoscrivibile il controvalore totale delle obbligazioni piazzate è pari a circa 260 milioni di euro. Il totale arriva quindi a sfiorare i 4 miliardi di euro.


btp-asta12.30 - Arriva a 180 milioni di euro circa la raccolta nella mattinata del terzo giorno di collocamento della tredicesima tranche del BTP Italia con un totale che arriva quindi a circa 3,9 miliardi di euro nei 2 giorni e mezzo di raccolta.

 

11.00 - La raccolta dopo le prime due ore del terzo giorno è arrivata a 100 milioni di euro. Il totale nei tre giorni è quindi pari a 3,8 miliardi di euro.

 

10.00 - Gli ordini raccolti nella prima ora di questo terzo giorno di collocamento del BTP Italia maggio 2026 sono pari a 50 milioni di euro. 

 

9.00 - La terza e ultima giornata di raccolta ordini dal retail per il BTP Italia con scadenza maggio 2026 riparte da 3,7 miliardi di euro. Nella terza giornata della precedente emissione, la dodicesima, furono raccolti ordini per poco più di 400 milioni di controvalore.

 

BTP ITALIA - TREDICESIMA TRANCHE: DIRETTA SECONDA GIORNATA (15 MAGGIO 2018)

17.40 - Al termine della seconda giornata di raccolta ordini della nuova tranche del BTP Italia, la tredicesima da quando è nata questa particolare tipologia di strumento, sono stati piazzati titoli per un controvalore di 1,42 miliardi di euro in poco più di 22mila contratti.

Il totale, considerando quanto raccolto nella prima giornata di raccolta (2,3 miliardi di euro) arriva quindi a più di 3,7 miliardi di euro.

Al termine della seconda giornata della scorsa tranche gli ordini raccolti furono pari a un controvalore di 1,14 miliardi. Il ritmo della raccolta di questi giorni è quindi più accelerato.

 

16.30 - A 1,35 miliardi di euro la raccolta ordini quando manca poco più di un'ora alla chiusua della giornata odierna. Il totale, con il dato di ieri, è pari a 3,65 miliardi di euro.

 

15.30 - E' pari a 1,2 miliardi di euro il controvalore della raccolta ordini del BTP Italia 2026 in poco meno di 19mila contratti. Il totale, contemplando anche quanto raccolto ieri, è arrivato quindi a 3,5 miliardi di euro.

 

14.00 - Arriva a un miliardo di euro il controvalore della raccolta ordini del BTP Italia 2026 in questa seconda giornata di apertura dei book. Il totale, contemplando anche quanto raccolto ieri, è arrivato a 3,3 miliardi di euro.


12.25 - Supera gli 800 milioni il controvalore totale della raccolta degli ordini del BTP Italia maggio 2026 in questa secoda giornata. Sommando il dato a quello della prima il totale passa i 3 miliardi di euro.

 

10.40 - Dopo poco più di un'ora e mezza di operazioni di piazzamento del BTP Italia maggio 2026 sono stati raccolti ordini per un controvalore di 362 milioni di euro in poco meno di 6.500 contratti. Il ritmo è meno serrato rispetto alla prima giornata ma sembra comunque sostenuto.

 

btp-italia_39.00 - Inizia la seconda giornata di collocamento del BTP Italia maggio 2026, la tredicesima tranche da quando è stato concepita questa tipologia di obbligazioni. La giornata di ieri si è chiusa con una raccolta di 2,3 miliardi. Nella seconda giornata dela scorsa tranche furono raccolti 1,14 miliardi di euro.

 

BTP ITALIA - TREDICESIMA TRANCHE: DIRETTA PRIMA GIORNATA (14 MAGGIO 2018)

17.40 - La prima giornata di collocamento del BTP Italia maggio 2026, la tredicesima tranche da quando è stato concepita questa tipologia di obbligazioni, si è chiusa con una raccolta di 2,3 miliardi attraverso più di 33mila contratti. Appuntamento a domani, sempre con un collocamento rivolto al retail. Il risultato è poco lontano rispetto a quanto riscontrato il primo giorno di raccolta della precedente tranche (2,19 miliardi di euro).

 

16.00 - Quando mancano meno di 2 ore alla chiusura della prima giornata di raccolta ordini sono stati piazzati, in circa 30mila contratti, BTP Italia per un controvalore pari a quasi 2,1 miliardi di euro.

 

15.00 - In poco più di 26mila contratti sono stati raccolti 1,81 miliardi di euro.

 

14.00 - L'atttività di raccolta ordini pomeridiana inizia con un totale ordini pari a 1,65 miliardi di euro su un totale di quasi 24mila contratti.

 

13.00 - A circa metà della prima giornata di raccolta ordini quella del BTP Italia con scadenza maggio 2026 si avvicina agli 1,5 miliardi di euro a quota 1,49 miliardi di euro. I contratti conclusi sono poco più di 21mila.

 

btpitalia12.00 - Alle ore 12 la raccolta ordini del BTP Italia maggio 2026 ha passato il miliardo di euro a quota 1,13 miliardi di euro. I contratti conclusi sono poco meno di 17mila. L'andamento del collocamento non si sta discostando molto rispetto a quello della dodicesima tranche: anche in quel caso il miliardo di raccolta arrivò prima delle 12 del primo giorno.

 

11.00 - Dopo un paio d'ore di raccolta ordini del BTP Italia maggio 2026 sono state sottoscritte obbligazioni per un controvalore pari a 760 milioni di euro, attraverso circa 11.600 contratti.

 

10.00 - Dopo un'ora di collocamento del  BTP Italia maggio 2026 nel book dei dealer sono arrivati circa 6mila ordini per un controvalore pari a 400 milioni di euro circa.

 

9.15 - Dopo i primi 15 minuti di piazzamento ordini in 1.400 contratti circa sono stati prenotati BTP Italia maggio 2026 per poco meno di 85 milioni di euro.

 

9.00 - Prende il via il collocamento della dodicesima tranche del BTP Italia. Nelle precedenti 12 edizioni il Tesoro ha raccolto dallo strumento in questione quasi 133 miliardi di euro.

 

BTP ITALIA, CARATTERISTICHE DELLA TREDICESIMA EMISSIONE

La tredicesima tranche del BTP Italia, il titolo indicizzato all’inflazione dedicato ai piccoli risparmiatori, avrà un periodo di collocamento compreso tra il 14 maggio e il successivo 17 maggio. La durata della tranche collocata è stata portata a 8 anni, in crescita rispetto ai 6 della tranche precedente. La scadenza è così prevista per il prossimo maggio 2026.

La cedola minima reale annua garantita è pari allo 0,4%.

Previsto ancora il bonus fedeltà (del 4 per mille) per chi acquista all'emissione durante la fase del collocamento e conserverà il titolo fino a scadenza.

 

LEGGI TUTTE: Le caratteristiche del BTP Italia novembre 2023


BTP ITALIA, EMISSIONE IN DUE FASI

Come già accaduto in alcune delle precedenti emissioni, il titolo sarà collocato sul mercato, attraverso la piattaforma elettronica MOT di Borsa Italiana, in due fasi:

  • la prima da lunedì 14 a mercoledì 16 maggio (salvo chiusura anticipata) sarà riservata ai risparmiatori individuali, in questa fase il codice ISIN del titolo è IT0005332827.
  • la seconda fase, che si svolgerà nella sola mattinata di giovedì 17 maggio, sarà riservata agli investitori istituzionali.

Per i risparmiatori privati non è previsto alcun tetto massimo mentre per gli istituzionali il collocamento potrebbe prevedere un riparto, nel caso in cui il totale degli ordini ricevuti risulti superiore all’offerta finale stabilita dal MEF.

Per il pubblico indistinto è possibile sottoscrivere gli strumenti tramite la banca dove è detenuto il dossier titoli (via sportello o via home banking) oppure tramite gli uffici postali.

 

BTP ITALIA, I RENDIMENTI

Il BTP Italia stacca ogni sei mesi la sua cedola e una rivalutazione calcolata sul costo della vita.
Nelle scorse ore il ministero ha comunicato l’entità della cedola minima garantita, che sarà pari allo 0,4% netto (a cui andrà aggiunto il valore dell’inflazione). Un rendimento in salita rispetto allo 0,25% della scorsa tranche.

Ecco i tassi minimi garantiti (netti) dei collocamenti precedenti:

  • Prima tranche (marzo 2012): 2,45%.
  • Seconda tranche (giugno 2012): 3,55%.
  • Terza tranche (ottobre 2012): 2,55%.
  • Quarta tranche (aprile 2013): 2,25%.
  • Quinta tranche (novembre 2013): 2,15%.
  • Sesta tranche (aprile 2020): 1,65%.
  • Settima tranche (ottobre 2020): 1,15%.
  • Ottava tranche (aprile 2023): 0,5%.
  • Nona tranche (aprile 2024): 0,4%.
  • Decima tranche (ottobre 2024): 0,35%.
  • Undicesima tranche (maggio 2023): 0,45%.
  • Dodicesima tranche (novembre 2023): 0,25%.
  • Tredicesima tranche (maggio 2026): 0,4% (rivista poi allo 0,55%).

 

BTP ITALIA: RISULTATI TRANCHE PRECEDENTI

Il BTP Italia ha esordito nel marzo del 2012 e in circa 6 anni ha portato nelle casse dello stato quasi 133 miliardi di euro.

Ecco i risultati dei collocamenti precedenti:

  • Prima tranche (marzo 2012): 7,29 miliardi di euro.
  • Seconda tranche (giugno 2012): 1,74 miliardi di euro.
  • Terza tranche (ottobre 2012): 18,01 miliardi di euro.
  • Quarta tranche (aprile 2013): 17,06 miliardi di euro.
  • Quinta tranche (novembre 2013): 22,27 miliardi di euro.
  • Sesta tranche (aprile 2020): 20,56 miliardi di euro.
  • Settima tranche (ottobre 2020): 7,5 miliardi di euro.
  • Ottava tranche (aprile 2023): 9,38 miliardi di euro.
  • Nona tranche (aprile 2024): 8,01 miliardi di euro.
  • Decima tranche (novembre 2024): 5,22 miliardi di euro.
  • Undicesima tranche (maggio 2023): 8,59 miliardi di euro.
  • Dodicesima tranche (novembre 2023): 7,11 miliardi di euro.

 

BTP ITALIA: ATTUALI QUOTAZIONI

 

BTP ITALIA, LA PARTECIPAZIONE ALLE SCORSE 12 EMISSIONI (INFOGRAFICA)

btp-italia-infografica-risultati-2012-2017

FONTE: sito del ministero del Tesoro

Tutti gli articoli su: btp italia Quotazioni: BTP ITALIA MG26 EUR BTP ITALIA MG26 EUR
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia per il lavoro: cos'è e come si richiede

Il certificato di malattia rappresenta il documento che attesta la temporanea impossibilità al lavoro. È redatto dal medico curante, il quale provvederà a inviarlo all’INPS Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »