NAVIGA IL SITO

Btp & Cct, variabile alla carica (L’Economia - Corriere della Sera)

di Mauro Introzzi 5 mar 2018 ore 07:13 Le news sul tuo Smartphone

italia-bandieraL’inserto del Corriere della Sera mette sotto le lente le prospettive dei titoli di stato a rendimento variabile. Secondo L’Economia sta cambiando lo scenario, riportando al centro della scena gli asset con a cedola indicizzata come Cct, Btp Italia o indicizzati all’inflazione d’area euro.

L’inserto scrive che “si potrebbe obiettare che i rendimenti a scadenza che offrono le due tipologie di emissioni, attualmente, sono di livello molto basso, e che i Btp classici con durate analoghe sono più remunerativi”. Tuttavia se dovessero risalire i tassi di mercato i prezzi dei titoli a cedola fissa, Btp e obbligazioni di società simili, sono destinati a diminuire. L’Economia ricorda che “per ogni punto percentuale di rialzo si va da quasi 1,5 punti per le durate biennali ai quasi 4 punti per le emissioni con scadenza 5 anni, per arrivare a poco meno di 8 punti per titoli con rimborso dopo dieci anni”.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: btp , ccteu