NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Obbligazioni Italia » BOT annuale (luglio 2019), rendimento positivo

BOT annuale (luglio 2019), rendimento positivo

Rendimento lordo di aggiudicazione pari allo 0,337%. Il Tesoro ha collocato 6 miliardi di BOT annuali. La domanda è stata ottima, sulla base di quasi 12,1 miliardi di euro di titoli richiesti

di Edoardo Fagnani 11 lug 2018 ore 12:11

La Banca d’Italia ha comunicato che nell’asta di oggi dei BOT con scadenza il 12 luglio 2019 (Codice ISIN: IT0005338568) sono stati collocati tutti i titoli offerti dal ministero dell’Economia e delle Finanze (6 miliardi di euro l’ammontare complessivo).

 

CONSULTA: QUOTAZIONI BOT

 

BOT ANNUALE LUGLIO 2019, LE RICHIESTE

simbolo-percentualeLa domanda è stata ottima, sulla base di quasi 12,1 miliardi di euro di titoli richiesti.

Di conseguenza, il rapporto di copertura (rapporto tra ammontare richiesto e quantitativo offerto) è stato di 2,01, in leggero aumento dall’1,95 dell’asta di metà giugno.

 

BOT ANNUALE LUGLIO 2019, IL RENDIMENTO RIMANE POSITIVO

Il rendimento lordo di aggiudicazione è stato pari allo 0,337%, che equivale a un prezzo di aggiudicazione di 99,66.

Secondo le elaborazioni di Assiom Forex, supponendo l’applicazione di commissioni massime, il rendimento composto netto (minimo) del BOT annuale è pari allo 0,149%.

 

BOT ANNUALE, LA PRECEDENTE ASTA DI GIUGNO

Anche nella precedente asta dei BOT annuali di giugno il rendimento dei titoli era positivo e pari allo 0,55%. In quell’occasione le richieste erano state pari a quasi 11,7 miliardi di euro, su un ammontare offerto di 6 miliardi.

Tutti gli articoli su: asta bot , bot Quotazioni: BOT ZC LG19 A EUR
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Come aprire la partita Iva

Come aprire la partita Iva

Chi vuole mettersi in proprio deve aprire la partita Iva. Sia che voglia lavorare da solo, sia che voglia aprire una società. Lo può fare con l'Agenzia delle Entrate. Continua »

da

ABCRisparmio

La cedolare secca spiegata in tre minuti

La cedolare secca spiegata in tre minuti

In questa guida vediamo cos'è e come funziona la cedolare secca sui contratti di locazione, le sue aliquote, le novità introdotte per il 2018 e il cosiddetto decreto Airbnb Continua »