NAVIGA IL SITO

Bond Argentini - Due class action dell\'Aduc ammesse a New York

di La redazione di Soldionline 13 mar 2007 ore 14:50 Le news sul tuo Smartphone
COMUNICATO STAMPA DELL\'ADUC - BOND ARGENTINA. AMMESSE A NEW YORK DUE CLASS ACTION DELL\'ADUC. TUTELATI ANCHE GLI ACQUIRENTI POST-DEFAULT. E IN ITALIA?

Firenze, 13 Marzo 2007. Vittoria dei bondholders assistiti dall\'Aduc presso il tribunale di New York. Lo scorso 1 marzo il Giudice Thomas Griesa ha ufficialmente certificato come Class Action le due azioni legali promosse da aderenti all\'Aduc nei confronti della repubblica Argentina, per conto di tutti i danneggiati possessori delle specifiche emissioni obbligazionarie notoriamente in default.

Le azioni sono condotte dall\'avv. Brian P. Murray dello Studio Legale Murray Frank & Sailer di New York, e monitorate per l\'Aduc dall\'avv. Pietro Adami di Verona.

Le due azioni riguardano i bond con i seguenti codici ISIN: XS0086333472 (2008, Euro, 8,125%) e US040114FC91 (2010, Usd, 11,375%) (1), e domandano la condanna della repubblica Argentina al pagamento di capitale ed interessi, sia contrattuali (sino alla naturale scadenza) che legali (successivi alla scadenza).

Gli aderenti all\'Aduc che hanno promosso e seguito le azioni (ai quali rivolgiamo un ringraziamento per l\'impegno profuso anche a beneficio degli altri danneggiati), sono stati nominati Class Representative e rappresenteranno l\'intera loro Class: in consultazione coi legali Usa e con noi, avranno poteri decisionali, coordinando le azioni e vagliando le proposte che dovessero pervenire dalla debitrice.

Per entrambe le azioni, la certificazione comprende tutti coloro che soddisfano i seguenti requisiti:

1) abbiano acquistato i titoli prima dell\'avvio dell\'azione legale di riferimento (e quindi prima del 13.12.04 per i bond ISIN XS0086333472 e prima del 22.03.05 per quelli con ISIN US040114FC91);

2) NON abbiano aderito alla OPS;

3) non abbiano aderito all\'iniziativa della TFA;

4) continuino ininterrottamente a possedere i bond medesimi sino al futuro esito finale della causa.

Nello specifico, si tratta della definizione di Class piu\' ampia tra quelle ad oggi certificate dal Tribunale di New York nelle diverse class action spendenti contro la Repubblica Argentina. Di particolare rilievo il fatto che sono ricompresi anche coloro che hanno acquistato titoli dopo il default (riconoscendo implicitamente prive di pregio le difese della debitrice, che tentavano di far passare per speculatori anche le migliaia di piccoli investitori che cercarono a suo tempo di porre rimedio alla situazione acquistando ulteriori titoli per mediare il valore di carico, confidando in una migliore soluzione del default).

Le cause procederanno con il deposito di una istanza di Summary Judgement (richiesta di sentenza con procedimento abbreviato) con la speranza di una celere definizione del giudizio di primo grado; anche in ipotesi di rigetto dell\'istanza di rito abbreviato, comunque, i nostri legali si sono espressi ottimisticamente sulle possibilita\' di successo dell\'azione.

Ricordiamo che in caso di successo, gli aderenti alla iniziativa della TFA presso l\'ICSID NON ne potranno beneficiare, perche\' il loro Studio Legale ha depositato espressa richiesta di loro esclusione (opt-out ) da ogni Class Action in corso o futura eventuale.

Quando le azioni raggiungeranno un risultato concreto, il Tribunale, acquisite le somme, ripartira\' le stesse percentualmente tra tutti gli aventi diritto che avranno presentato domanda nei tempi e nei modi stabiliti dal medesimo Tribunale. Per il momento e\' un evento incerto e non prossimo, ma noi continueremo, per aderenti e non, il servizio di assistenza, monitoraggio e divulgazione.

In Italia, se dovesse essere approvata la proposta del Governo sulla Class Action, quanto abbiamo ottenuto a New York non sarebbe possibile, perche\' il diritto ad agire non spetterebbe ad associazioni come la nostra e al comune cittadino, ma solo a chi fa parte di lobbies prone al potere. Qui la nostra proposta di legge a firma degli on. Donatella Poretti e Daniele Capezzone: http://www.aduc.it/dyn/parlamento/arti.php?id=149901

(1) Riportiamo l\'esatta definizione delle Class nelle due vertenze:

- XS0086333472: \"all current holders Euro-denominated 8 1/8% Global Bonds, maturing on April 21, 2008, with an issue price of 98.84%, in a total offering amount of euro 750,000,000, issued by the Republic of Argentina with ISIN number XS0086333472 who will continue to hold the 8 1/8 Bonds until final judgment has been entered in this action.\"

- US040114FC91: \"all current holders of Argentina 11 3/8% Global Bonds, issued by Argentina with an International Stock Identification Number (\"ISIN\") of US040114FC91, maturing on March 15, 2010 who will continue to hold the 11 3/8 Bonds until final judgment has been entered in this action.\" Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.