NAVIGA IL SITO

L’euroinflazione tocca quota 1,8% in gennaio. Per la Bce meno spazi per tenere giù i tassi (La Repubblica)

di Edoardo Fagnani 23 feb 2017 ore 08:00 Le news sul tuo Smartphone

La Repubblica ha riportato i dati sull’inflazione europea comunicati ieri dall’Eurostat.

inflazione_8I dati segnalano che i prezzi al consumo in Europa a gennaio hanno mostrato una crescita dell’1,8%, un livello ormai vicino al 2% fissato dalla BCE come tasso di equilibrio.

Il quotidiano ha precisato che, a questo punto, per la Banca Centrale Europea diventa più difficile mantenere in atto fino alla fine del 2017 l’attuale politica accomodante caratterizzata da tassi di interesse bassi e da acquisti di titoli di stato.

La Repubblica ha ricordato che un eventuale aumento dei tassi di interesse sarebbe una pessima notizia per l’Italia, in quanto causerebbe un incremento del costo del debito pubblico. I primi segnali di questa situazione si stanno già verificando: “i tassi del Btp decennale sono al 2,2%, un anno fa erano intorno all’1,2%”, ha segnalato il quotidiano.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: inflazione , macroeconomia europa , bce