NAVIGA IL SITO

LA FED AUMENTA I TASSI DI INTERESSE DI 75 PUNTI BASE

La FED ha deciso di proseguire con la stretta monetaria iniziata a marzo e continuata a nei mesi successivi

di Redazione Soldionline 21 set 2022 ore 20:04

fed_15FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 21 SETTEMBRE 2022

La FED ha deciso di proseguire con la stretta monetaria iniziata a marzo e continuata a nei mesi successivi, aumentando nuovamente i tassi di interesse di 75 punti base. La decisione è stata in linea con il consensus degli analisti.

Nel corso della riunione del FOMC (il Federal Open Market Committee) i componenti del board hanno incrementato il saggio di riferimento dello 0,75%, ora fissato in un intervallo compreso tra il 3% e il 3,25%. La decisione è stata presa con il voto unanime del FOMC.

I componenti del FOMC hanno anticipato che ulteriori aumenti dei tassi saranno appropriati.

Secondo le proiezioni fornite dal FOMC la maggior parte dei membri ipotizza che i tassi di interesse possano salire fino al 4,5% entro la fine del 2022 e attestarsi intorno al 4,75% l'anno successivo, per stabilizzarzi al 2,5% nel lungo termine.

 

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 27 LUGLIO 2022

La FED ha deciso di proseguire con la stretta monetaria iniziata a marzo e continuata a maggio e giugno, aumentando nuovamente i tassi di interesse di 75 punti base.

Nel corso della riunione del FOMC (il Federal Open Market Committee) i componenti del board hanno incrementato il saggio di riferimento dello 0,75%, ora fissato in un intervallo compreso tra il 2,25% e il 2,5%. La decisione è stata presa con il voto unanime del FOMC.

I componenti del FOMC hanno anticipato che ulteriori aumenti dei tassi saranno appropriati.

 

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 15 GIUGNO 2022

La FED ha deciso di accelerare ulteriormente con la stretta monetaria iniziata a marzo e proseguita a maggio, aumentando i tassi di interesse di 75 punti base.

Nel corso della riunione del FOMC (il Federal Open Market Committee) i componenti del board hanno incrementato il saggio di riferimento dello 0,75%, ora fissato in un intervallo compreso tra l'1,5% e l'1,75%. La decisione è stata presa con un solo voto contrario del FOMC: Esther L. George ha proposto un aumento dei tassi limitato a 50 punti base.

Secondo le proiezioni fornite dal FOMC la maggior parte dei membri ipotizza che i tassi di interesse possano salire fino al 3,25-3,5% entro la fine del 2022, per stabilizzarzi nell'intorno del 2,5% nel lungo termine.

 

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 4 MAGGIO 2022

La FED ha deciso di accelerare con la stretta monetaria iniziata a marzo, aumentando i tassi di interesse di 50 punti base, come nelle attese degli analisti.

Nel corso della riunione del FOMC (il Federal Open Market Committee) i componenti del board hanno incrementato il saggio di riferimento dello 0,5%, ora fissato in un intervallo compreso tra lo 0,75% e l'1%. La decisione è stata presa con il voto unanime del FOMC

Inoltre, la banca centrale statunitense ha annunciato l'intenzione ridurre il bilancio, per un ammontare iniziale mensile di 47,5 miliardi di dollari a partire da giugno; l'importo sarà aumentato dopo tre mesi fino a 95 miliardi.

La banca centrale statunitense ha segnalato che continuerà a monitorare tutte le informazioni macroeconomiche e non esclude di modificare la posizione di politica monetaria nel caso in cui dovessero emergere rischi che potrebbero impedire il raggiungimento dei target fissati dal FOMC.

 

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 16 MARZO 2022

La FED ha deciso di procedere con la stretta monetaria, aumentando i tassi di interesse di 25 punti base, come nelle attese degli analisti.

Nel corso della riunione del FOMC (il Federal Open Market Committee) i componenti del board hanno incrementato il saggio di riferimento dello 0,25%, ora fissato in un intervallo compreso tra lo 0,25% e lo 0,5%. La decisione è stata presa con un solo voto contrario del FOMC: James Bullard avrebbe preferito un incremento dei tassi di 50 punti base.

La banca centrale statunitense ha segnalato che continuerà a monitorare tutte le informazioni macroeconomiche e non esclude di modificare la posizione di politica monetaria nel caso in cui dovessero emergere rischi che potrebbero impedire il raggiungimento dei target fissati dal FOMC.

Secondo le proiezioni fornite dal FOMC la maggior parte dei membri ipotizza che i tassi di interesse possano salire fino all'1,5-2% entro la fine del 2022, per stabilizzarzi nell'intorno del 2,5% nel lungo termine.

Giuseppe Sersale - strategist di Anthilia Capital Partners Sgr - ha segnalato che la Dot Plot proietta 7 rialzi nel 2022 con approdo a 1,875% e altri 3 abbondanti nel 2023, con un arrivo finale al 2,75%. L'esperto ritiene che lo scenario di 7 rialzi più riduzione del bilancio FED avviata in tempi non troppo lunghi (diciamo giugno-luglio) sia ottimistico. "La FED sta compensando un chiaro ritardo con una stance aggressiva, che non sembra più giustificata dal quadro", ha evidenziato Giuseppe Sersale.

 

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 26 GENNAIO 2022

La FED ha fornito le indicazioni di politica monetaria al termine della prima riunione del 2022.

Nel corso della riunione del FOMC (il Federal Open Market Committee) i componenti del board hanno confermato il saggio di riferimento, fissato in un intervallo compreso tra lo 0% e lo 0,25%. La decisione è stata presa con il voto unanime del FOMC. La banca centrale statunitense ha segnalato che, con un tasso di inflazione ben oltre il 2% e un forte mercato del lavoro, sarà presto oppportuno rivedere al rialzo l'intervallo del tasso di interesse di riferimento (federal funds rate).

Inoltre, la FED ha confermato l'intenzione di ridurre ulteriormente il ritmo di acquisto dei titoli di stato, con l'obiettivo di portare a termine il programma nel corso del mese di marzo.

Giuseppe Sersale - strategist di Anthilia Capital Partners Sgr - ha segnalato che la successiva conferenza stampa di Jerome Powell ha aggiunto alcuni spunti non proprio graditi al mercato, tra cui il fatto che il primo rialzo dovrebbe avvenire a marzo 2022, che un rialzo ad ogni meeting non è una circostanza da escludere perchè c'è parecchio spazio, e non si possono dare molti dettagli sulla riduzione del bilancio, ma probabilmente si andrà più veloce che in passato.

 

LEGGI ANCHE: LE DECISIONI DELLA FED NEL 2021

 

LA FED: LA BANCA CENTRALE AMERICANA

Il Federal Reserve System, anche Federal Reserve o FED, è la banca centrale statunitense. All'istituzione spetta, tra le varie incombenze, il compito di stabilire la politica monetaria americana (tramite il FOMC - Federal Open Market Committee) e il compito di vigilare sul sistema bancario statunitense.

La struttura della FED vede un’agenzia governativa centrale, il Board of Governors of the Federal Reserve System, formato da 7 governatori, e 12 Federal Reserve Bank regionali.

Tutte le ultime su: fed , tassi interesse
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.