NAVIGA IL SITO

LA FED TAGLIA (ANCORA) I TASSI DI INTERESSE (18 SETTEMBRE 2019)

I componenti del board hanno deciso per una sforbiciata dei tassi di un quarto di punto

di Redazione Soldionline 18 set 2019 ore 20:01

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 18 SETTEMBRE 2019

fed_14Come nelle attese degli operatori la FED ha nuovamente tagliato i tassi di interesse, replicando la scelta effettuata lo scorso 31 luglio. Nel corso della riunione del FOMC (il Federal Open Market Committee) i componenti del board hanno deciso per una sforbiciata dei tassi di un quarto di punto: il saggio di riferimento, quindi, è stato fissato un intervallo compreso tra l'1,75% e il 2%.

La decisione èstata presa con 7 voti a favore, 2 contrari a un taglio e uno favorevole a una riduzione del saggio di 50 punti base.

Con riferimento alla futura politica monetaria, i componenti del FOMC hanno confermato l'intenzione di agire in maniera appropriata per sostenere la crescita economica. In particolare, sette componenti del FOMC su 17 prevedono un ulteriore taglio dei tassi nel corso del 2019.

 

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 31 LUGLIO 2019

Come nelle attese degli operatori è arrivato il taglio dei tassi di interesse dalla FED: si tratta della prima riduzione dal 2008. Nel corso della riunione del FOMC, il Federal Open Market Committee, i componenti del board hanno deciso per una sforbiciata dei tassi di un quarto di punto: il saggio di riferimento, quindi, è stato fissato un intervallo compreso tra il 2% e il 2,25%.

La decisione èstata presa con 8 voti a favore e 2 contrari.

 

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 19 GIUGNO 2019

Ancora nessuna sorpresa dalla FED. Nel corso del board del FOMC, il Federal Open Market Committee, si è deciso di confermare la politica monetaria della banca centrale Usa. Così non sono stati modificati i tassi di interesse: il saggio di riferimento, quindi, rimane in un intervallo compreso tra il 2,25% e il 2,5%.

Secondo la nota della stessa FED e le parole del presidente Jerome Powell è però probabile che i tassi scenderanno nei prossimi mesi se la crescita americana rallentasse. Nel comunicato a margine della riunione si legge che "le incertezze sono in aumento" e che "l’inflazione resta moderata". Di conseguenza l’autorità monetaria si dice pronta ad agire per sostenere la crescita.

 

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 1° MAGGIO 2019

Nessuna sorpresa dalla FED. La banca centrale statunitense ha confermato la propria politica monetaria, non modificando i tassi di interesse: il saggio di riferimento, quindi, rimane in un intervallo compreso tra il 2,25% e il 2,5%. La decisione è stata presa con il voto unanime dei componenti del FOMC, il braccio "operativo" della FED.

L'istituto ha precisato che resterà “paziente” in merito a futuri movimenti dei tassi di interesse, evidenziando ancora una solida crescita dell'economia e un rallentamento dell'inflazione. 

 

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 20 MARZO 2019

Come nelle attese la FED, la banca centrale statunitense, ha confermato la propria politica monetaria al termine della riunione odierna: il saggio di riferimento, quindi, rimane in un intervallo compreso tra il 2,25% e il 2,5%. La decisione è stata presa con il voto unanime dei componenti del FOMC, il braccio "operativo" della FED.

Come al termine del summit precedente, quello di gennaio, l'istituto ha precisato che resterà “paziente” in merito a futuri movimenti dei tassi di interesse. In particolare, nel bollettino odierno la FED ha segnalato che nel corso del 2019 non dovrebbero esserci variazioni nei tassi di interesse.

 

FED: LA DECISIONE SUI TASSI DEL FOMC DEL 30 GENNAIO 2019

La FED ha confermato la propria politica monetaria al termine della prima riunione del 2019.

Come nelle attese, la banca centrale statunitense ha confermato i tassi di interesse dopo averli alzati di un quarto di punto percentuale nella riunione di dicembre: il saggio di riferimento, quindi, si attesta in un intervallo compreso tra il 2,25% e il 2,5%.

La banca centrale statunitense ha precisato che resterà “paziente” in merito a futuri movimenti dei tassi di interesse.

La decisione è stata presa con il voto unanime dei componenti del FOMC.

 

LA FED: LA BANCA CENTRALE AMERICANA

Il Federal Reserve System, anche Federal Reserve o FED, è la banca centrale statunitense. All'istituzione spetta, tra le varie incombenze, il compito di stabilire la politica monetaria americana (tramite il FOMC - Federal Open Market Committee) e il compito di vigilare sul sistema bancario statunitense.

La struttura della FED vede un’agenzia governativa centrale, il Board of Governors of the Federal Reserve System, formato da 7 governatori, e 12 Federal Reserve Bank regionali.

Tutte le ultime su: fed , tassi interesse
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Il contratto di tirocinio: forma, durata, retribuzione e dimissioni

Il contratto di tirocinio rappresenta la formula con cui si realizzano gli stage e per questo è noto anche come contratto di stage. Questo contratto prevede infatti che il tirocinante sia educato a svolgere un’attività lavorativa.

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »