NAVIGA IL SITO

FED, tassi fermi. Gli ultimi dati di inflazione non cambiano il quadro generale

di Redazione Lapenna del Web 21 mar 2024 ore 10:57 Le news sul tuo Smartphone

fed_15Martina Daga - Macro Economist di AcomeA SGR - ha analizzato la decisione unanime della FED di mantenere il target range dei fed funds fermo, tra il 5,25% e il 5,5%.

Dopo il ciclo di rialzi pari complessivamente a 525 punti base, Martina Daga ha ricordato che la FED sta tenendo i tassi fermi ormai dallo scorso agosto, e si sta ora preparando per l’inizio del ciclo dei tagli. Secondo l'esperta, c’è accordo tra la maggior parte dei membri del FOMC sul fatto che questo anno sarà appropriato iniziare con il ciclo dei tagli, ma è ancora presto e si aspettano altri dati per avere maggiore sicurezza sul fatto che l’inflazione possa raggiungere il target in modo duraturo nel tempo. Tuttavia, Martina Daga sottolinea che non è stata data alcuna indicazione sulle tempistiche, se non che queste saranno dettate dai dati dei prossimi mesi.

Martina Daga ritiene che, se lo scenario macroeconomico dovesse evolvere come da attese, il FOMC si aspetterebbe 75 punti base di tagli ai tassi di riferimento nel 2024, in linea con le stime di dicembre. Secondo l'esperta, per i prossimi anni invece ci si attende un livello dei tassi marginalmente più alto: il punto mediano per il 2025 è passato da 3,6% a 3,9%, per il 2026 dal 2,9% al 3,1% ed il punto mediano per il tasso sui fed funds a lungo termine è salito di 10 punti base dal 2,5% al 2,6%, forse, sostiene Daga, riflettendo l’impatto di fattori legati all'offerta, come la crescita della produttività e l'immigrazione.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: tassi interesse , fed