NAVIGA IL SITO

Disoccupazione italia in lieve calo a dicembre 2018

Si attesta al 10,3%, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente

di Redazione Soldionline 31 gen 2019 ore 17:25

A cura di Labitalia/Adnkronos


economia-italianaCala lievemente il tasso di disoccupazione a dicembre. Secondo le stime provvisorie diffuse dall'Istat, il dato si è attestato al 10,3%, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente. Nello stesso mese, prosegue l'Istituto di statistica, si conferma il calo già registrato a novembre della stima delle persone in cerca di occupazione (-1,6%, pari a -44mila unità). La diminuzione si concentra prevalentemente tra gli uomini e le persone maggiori di 35 anni.

Anche la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni a dicembre è in lieve calo (-0,1%, pari a -16mila unità). La diminuzione si concentra tra le donne ed è distribuita tra tutte le classi di età ad esclusione dei 25-34enni che registrano un aumento di 28mila. Il tasso di inattività resta stabile al 34,3%. Nei dodici mesi, dice l'Istat, la crescita degli occupati si accompagna al calo dei disoccupati (-4,8%, pari a -137mila unità) e degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-1,5%, -197mila).

Sempre a dicembre 2018, cresce la stima degli occupati rispetto a novembre: +0,1%, pari a +23mila unità. Anche il tasso di occupazione sale al 58,8% (+0,1 punti percentuali), toccando i massimi pre-crisi di aprile 2008, quando il dato era stato pari al 58,9%. L'andamento, precisa l'Istat nelle stime, è sintesi di un aumento dei dipendenti a termine (+47mila) e degli autonomi (+11mila) mentre risultano in diminuzione i permanenti (-35mila). Nel confronto per genere cresce l’occupazione femminile e cala quella maschile.

Su base annua, fa sapere poi l'Istituto, l’occupazione cresce dello 0,9%, pari a +202mila unità. L’espansione interessa entrambe le componenti di genere, i lavoratori a termine (+257mila) e gli indipendenti (+34mila), mentre continua il calo dei dipendenti permanenti (-88mila). Nell’arco di un anno aumentano gli occupati tra i 15-24enni (+36mila) e gli ultracinquantenni (+300mila), mentre si registra una flessione tra i 25-49enni (-135mila). Al netto della componente demografica si stima un segno positivo per la variazione occupazionale di tutte le classi di età. 

Tutti gli articoli su: macroeconomia italia , lavoro
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Scadenze fiscali settembre 2019 per le pesone fisiche

Scadenze fiscali settembre 2019 per le pesone fisiche

Vediamo quali sono le principali scadenze fiscali per il mese di settembre 2019. Tratteremo in particolare quelle che riguardano le persone fisiche. Continua »