NAVIGA IL SITO

A novembre disoccupazione stabile in area Ocse

Il tasso di disoccupazione nell'area dell'Ocse è rimasto stabile al 5,2% a novembre: tre punti percentuali in meno rispetto al livello di picco registrato a gennaio 2013

di Redazione Soldionline 15 gen 2019 ore 14:30

A cura di Labitalia/Adnkronos

 

analisi-tecnica-grafico_1Il tasso di disoccupazione nell'area dell'Ocse è rimasto stabile al 5,2% a novembre: tre punti percentuali in meno rispetto al livello di picco registrato a gennaio 2013. Lo rende noto l'organizzazione internazionale con sede a Parigi. Nell'insieme dell'area 33,2 milioni di persone erano disoccupate a novembre 2018.

Nella zona euro il tasso di disoccupazione ha raggiunto il suo livello più basso da ottobre 2008: a novembre si attesta al 7,9% in calo rispetto all' 8% registrato ad ottobre 2018. In Italia la disoccupazione è scesa dal 10,6% di ottobre al 10,5% di novembre.

La disoccupazione giovanile (15-24 anni) nell'area dell'Ocse è scesa di 0,1 punti a novembre 2018 al 11%. Nella zona euro, dopo due aumenti mensili consecutivi, la disoccupazione giovanile ha registrato un calo di 0,2 punti percentuali al 16,9%. In Italia la disoccupazione giovanile è scesa dal 32,2% di ottobre al 31,6% a novembre.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come possono essere ritirare le vincite al Superenalotto? I premi Possono essere riscossi presentando la ricevuta originale e integra della schedina vincente giocata Continua »