NAVIGA IL SITO

Ti temo super-Brent (Milano Finanza)

di Mauro Introzzi 1 ott 2018 ore 07:56 Le news sul tuo Smartphone

barili-petrolioIl settimanale finanziario mette sotto la lente la performance del prezzo del petrolio. La corsa del barile, ormai in vista di 100 dollari, potrebbe mettere sotto pressione le big oil. Secondo quanto scrive Milano Finanza per le compagnie petrolifere il prezzo giusto sarebbe tra i 70 e i 90 dollari, ma non oltre. Un greggio a 80 dollari sarebbe giusto, “ragionevole e sostenibile per bilanciare la ripresa degli investimenti e un giusto livello di produzione”. 

Un petrolio a costi maggiori “vuol dire sì incassi maggiori, ma innesca anche una serie di dinamiche che alla fine rischierebbero di incidere negativamente sui conti”.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: petrolio
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

Ape volontaria è un anticipo sulla pensione di vecchiata. La si può ottenere per un massimo di 3 anni e 7 mesi fino al raggiungimento dell'età pensionabile. Continua »