NAVIGA IL SITO

Secondo Credit Lyonnais il petrolio scenderà a 20 dollari al barile

Il prezzi del petrolio continua a scendere, toccando sempre nuovi minimi. L'OPER sta pompando greggio per mettere fuori mercato lo shale oil degli Stati Uniti. E potrebbe scendere ancora molto.

di Marco Delugan 21 dic 2015 ore 11:37

Il prezzo del petrolio sta ancora scendendo.

Lunedì notte il Brent (Londra) è sceso ai minimi degli ultimi 11 anni (36,18 dollari), l'1,9% in meno rispetto alla chiusura di venerdì 18 dicembre. Da quel livello è tornato a salire, per poi scendere ulteriormente a 35,16 dollari.

E anche il prezzo WTI (New York) continua a scendere.

Il prezzo del greggio continua a scendere per la grande quantità di offerta presente sul mercato.

Secondo Businessinsider, l'OPEC sta pompando petrolio in grandi quantità per strangolare sul nascere il boom dello shale oil negli Stati Uniti, abbassando i prezzi in modo da renderne troppo dispendiosa la produzione.

Ma lo sforzo dell'OPEC non ha per ora raggiunto grandi effetti. Negli Stati Uniti, il livello di produzione è calato del 4,5% rispetto al picco di giugno, mentre il prezzo è sceso più del 40%.

Secondo Christopher Wood di CLSA (Credit Lyonnais Securities Asia), il prezzo del petrolio potrebbe scendere fino a 20 dollari al barile.

Tutte le ultime su: petrolio
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »