NAVIGA IL SITO

Scenari principali e di correzione

Il mercato ieri ha messo a segno delle correzioni che hanno mostrato delle vendite di dollari e dei blandi acquisti di euro, andando a far segnare quasi 200 punti di rialzo sulla coppia principe del mercato

di Redazione Soldionline 13 mar 2015 ore 09:42

A cura di FXCM.it

Il mercato ieri ha messo a segno delle correzioni che hanno mostrato delle vendite di dollari e dei blandi acquisti di euro, andando a far segnare quasi 200 punti di rialzo sulla coppia principe del mercato (EurUsd) il quale, come vedremo all’interno della sezione tecnica, quando ha raggiunto le aree di resistenza indicate, ha ricominciato a ripiegare verso il basso. Ci piacerebbe fare un copia ed incolla dei concetti che abbiamo espresso ieri mattina, ragionando sulle possibilità di correzioni più importanti di quelle messe a segno ieri o di un proseguimento dei trend in atto, in quanto, dal punto di vista operativo, il nostro modo di osservare il mercato rimarrà quello anche per la prossima settimana.
forex_2Sul fronte macroeconomico non abbiamo novità di sorta da segnalare e su cui ragionare, a parte eventuali news che dovessero raggiungerci durante la giornata di oggi i giochi sono fatti e siamo in attesa di valutare le diverse pubblicazioni macroeconomiche e gli effetti del QE, che ricordiamo essere cominciato con acquisti pari a quasi 10 miliardi di euro. Esistono dei punti di domanda dal punto di vista delle dinamiche di politica monetaria dominanti, con la Fed che dovrà procedere ad un rialzo di tassi, per il momento prezzato dalla maggior parte degli investitori e dai listini americani entro giugno, un orizzonte temporale sul quale dissentiamo  allo stato dell’arte attuale per motivi di cui abbiamo già discusso e con la BoE che potrebbe sia rialzare i tassi che procedere ad un taglio (a livello temporale quest’ultimo intervento arriverebbe molto prima del primo indicato). Eventi futuri e potenziali in grado di creare aspettative tra gli operatori (il primo l’ha già fatto, in parte, con dollaro forte e borse vendute, ancora correzioni a nostro parere) che però potrebbero risultare premature a livello di effetti reali sui prezzi di mercato. Per chi lavora sul dollaro canadese, attenzione al pomeriggio, con i dati sul mercato del lavoro in pubblicazione alle ore 13.30, mentre per tutti occorrerà dare uno sguardo all’indice di Fiducia dell’Università del Michigan, dopo le vendite al dettaglio americane di ieri che hanno fatto segnare, per il mese di febbraio, un -0.6% contro un +0.2%, dato in rilascio alle ore 15, ricordiamo infatti che l’America è già passata all’ora legale.


ANALISI TECNICA VALUTE
EURO-DOLLARO
Raggiungimento delle aree di resistenza già durante il mattino, sullo sviluppo della divergenza oraria rialzista evidenziata, senza che fosse raggiunto però l’inizio dell’area trigger, ipotizzata a 1.0655 con estensione fino a 75. Area quest’ultima raggiunta nel pomeriggio sulla scia di rinnovate vendite generalizzate di dollaro americano e che ha permesso di lavorare in vendita con prezzi che hanno raggiunto i punti di minimo precedenti e che questa matina si trovano in leggera pressione ribassista e vicini a quello che ieri era il livello che seguivamo per valutare eventuali estensioni ribassiste. Tecnicamente parlando, il grafico dell’euro si è sporcato e risulta più difficile capire quali possano essere i punti di accumulo di ordini principali, prestiamo perciò attenzione all’area che si distribuisce nell’intorno di 1.0555, tenendo conto che se i prezzi dovessero tentare degli approfondimenti oltre area 1.0545 potremmo assistere a tentativi di accelerazione verso i minimi, livelli che se raggiunti con uno stocastico a 4 ore lontano dall’ipervenduto e con uno orario non in divergenza, potrebbero lasciare spazio a nuovi minimi verso area 1.0440. Nel momento in cui le quotazioni dovessero mancare approfondimenti ribassisti, l’idea di seguire riprese, operativamente parlando, oltre l’area che passa a 1.0625 (per chi volesse anticipare eventuali tentativi di rottura rialzista), con la più importante 1.0640 da guardare, prima di assistere a potenziali raggiungimenti dei massimi di ieri.

eurusd_325


DOLLARO-YEN
Perfetta, nei suoi restringimenti di volatilità, la situazione tecnica del dollaro contro lo yen. Abbiamo infatti assistito alla rottura ribassista di area 121.10 durante la mattinata, con il raggiungimento dell’area segnalata in 120.60/75, dove lo stocastico orario in ipervenduto e girato a rialzo ha suggerito, come da piano d’azione potenziale, ripartenze di dollaro americano con attimo R/R, un dollaro che ha raggiunto l’area individuata dai massimi precedenti, dove ora si è formata una lieve divergenza ribassista oraria, tra prezzi e stocastico, la quale potrebbe accompagnare le quotazioni verso 121.20 e 121.00, dove eventualmente valutare il posizionamento dello stocastico in quanto, nel momento in cui dovesse trovarsi ben lontano dall’ipervenduto, potrebbe suggerire tentativi di rottura come quelli avvenuti ieri mattina, da valutare a nostro avviso soltanto sotto area 120.85. Buon R/R per studiare un’eventuale operatività sulla lieve divergenza vista a causa della vicinanza dei prezzi ad aree che se superate potrebbero essere propedeutiche a tentativi di risalite più spinte dei prezzi, aree che possono essere studiate anche per rotture diretta a rialzo da parte di chi non dovesse valutare la possibilità di posizionarsi short, data la mancanza di trend in concomitanza della divergenza. Parliamo di 121.65, oltre la qual area potremmo assistere a tentativi di accelerazione verso 121.90 ed i massimi , da valutare operativamente soltanto in caso di mercato dollarocentrico in acquisto di dollari anche su euro, sterlina ed australiano (i percentili di volatilità sullo yen rimangono bassi).

usdjpy_134


DOLLARO-STERLINA

Perfetto anche il cable, in raggiungimento delle aree di resistenza studiate al mattino con prezzi che hanno raggiunto i tre target indicati, estendendo sotto i minimi dell’altro ieri (raggiunti con uno stocastico orario lontano dall’ipervenduto) ed aggiornando i minimi dell’anno. Siamo ora sotto la media oraria a 21, con i prezzi che hanno per il momento battuto un doppio minimi e che stanno mostrando delle lievi divergenze di andamento con lo stocastico, il quale potrebbe suggerire correzioni rialziste da non lavorare a causa del mancato R/R. Seguiamo con attenzione il potenziale raggiungimento di area 1.4890/1.4915, dove potrebbe essere possibile valutare eventuali acquisti di dollaro (a partire da 1.4905), tenendo conto che in caso di superamento di area 1.49 ¼ il mercato potrebbe tentare estensioni a rialzo, da seguire, in caso di continuazione dei rialzi anche sullo stocastico, in base alla continuazione della divergenza vista, con area 1.4940 a rappresentare la più importante da superare per tentare delle estensioni verso ¾. In caso di tenuta delle resistenze i prezzi potrebbero tentare il raggiungimento dei minimi di ieri ed estensioni verso punti di minimo precedenti, da valutare anche in caso di ripartenze a ribasso dirette oltre 1.4835.

gpbusd_12


DOLLARO AMERICANO - DOLLARO AUSTRALIANO

Nessuna operatività sul dollaro australiano per quanto riguarda le vendite, a causa del mancato raggiungimento di area 0.7740, la quale avrebbe permesso la creazione di un ottimo R/R, con le salite verso tale zona molto ben individuate ed accompagnate dalla divergenza rialzista a 4 ore tra prezzi e stocastico vista ieri. Ci troviamo ora, come si suol dire, a metà del guado e rimandiamo anche per oggi alla nostra Live Trading Room con il nostro Morning Meeting delle ore 9.30 per ragionare su questo cambio ed i suoi cross.

audusd_79

Tutte le ultime su: forex , euro , dollaro
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come possono essere ritirare le vincite al Superenalotto? I premi Possono essere riscossi presentando la ricevuta originale e integra della schedina vincente giocata Continua »