NAVIGA IL SITO

Il petrolio crolla ai minimi dal 2009 e trascina in basso anche Wall Street (La Repubblica)

di Edoardo Fagnani 8 dic 2015 ore 07:42 Le news sul tuo Smartphone

petrolio_14La Repubblica ha dato ampio risalto all’andamento del prezzo del petrolio, segnalando che a New York il prezzo del greggio è sceso sotto i 38 dollari al barile, vale a dire gli stessi livelli raggiunti a febbraio del 2009. E se sette anni fa il calo era dovuto a un eccesso di domanda in seguito alla crisi economica globale, ora la diminuzione del prezzo del petrolio è dovuta a un eccesso di offerta. La produzione di greggio, infatti, ha superato i 30 milioni di barili al giorno, mentre le scorte globali sono arrivate a 3 miliardi barili, un mese di fabbisogno. Senza dimenticare che dal 2016 tornerà sul mercato anche il greggio iraniano.
Il crollo del prezzo del greggio ha fatto scattare le vendite sulle azioni dei colossi petroliferi internazionali, compresa l’italiana ENI. A New York, il ribasso subito da Chevron ed Exxon ha mandato in rosso l’indice Dow Jones.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: petrolio
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »