NAVIGA IL SITO

Il petrolio non ferma la corsa: il Brent torna ai massimi da ottobre (Il Sole24Ore)

di Edoardo Fagnani 26 apr 2019 ore 07:23 Le news sul tuo Smartphone

grafico-petrolio_2Il Sole24Ore ha analizzato il recente rally del petrolio, in particolare delle quotazioni del brent, che ieri è arrivato a sfiorare i 75 dollari al barile, ritornando ai livelli toccati nel mese di ottobre.

l quotidiano finanziario ha spiegato che l’attuale fiammata del petrolio deriva dalla decisione degli Stati Uniti “di non rinnovare alcuna delle esenzioni all'import di greggio iraniano finora concesse a otto paesi, tra i quali l'Italia”. Questa decisione si somma alle crisi politiche in Venezuela, Libia e Nigeria, tre grossi paesi produttori di petrolio.

Ma la corsa del prezzo del petrolio potrebbe non essere arrivata a termine. Il Sole24Ore ha riportato le indicazioni di alcuni analisti, che hanno segnalato una soglia critica a 76-78 dollari al barile per il brent: secondo gli esperti il superamento di questi livelli potrebbe aprire ulteriori spazi di crescita fino a oltre 80 dollari al barile.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: petrolio

Guide Lavoro

Gli incentivi per l'assunzione di lavoratori

La legge riconosce sgravi contributivi per le assunzioni di persone in particolari condizioni. L’incentivo ha un’entità e una durata variabile. In questa guida tutti i bonus attualmente in vigore

da

ABCRisparmio

Come funziona la cedolare secca

Come funziona la cedolare secca

La cedolare secca consiste in un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali che si applica a redditi derivanti dalla locazione di immobili Continua »