NAVIGA IL SITO

Miniere chiuse e pochi lingotti. Così è ripartita la corsa all’oro (La Repubblica)

di Mauro Introzzi 26 mar 2020 ore 07:59 Le news sul tuo Smartphone

gold-barsIl quotidiano fa il punto della situazione sul comparto dell'oro in questi giorni di emergenza sanitaria da Covid-19. Da sempre considerato - a ragione - un bene rifugio, il suo mercato è "andato in tilt" dopo che i lingotti di piccola taglia si sono resi introvabili per la serrata di tre grandi raffinerie svizzere e a seguito della chiusura, per 3 settimane, delle miniere del Sudafrica a causa della quarantena imposta dal governo di Pretoria.

La Repubblica ricostruisce l'andamento dei prezzi nelle ultime settimane: "nelle prime fasi del contagio, con la Cina in lockdown, aveva iniziato a salire, balzando dai 1.500 dollari l’oncia di inizio anno fino alla soglia dei 1.700 il 9 marzo". Poi la retromarcia, quando il virus è arrivato in Europa e negli Usa e il suo prezzo è scivolato a 1.470 dollari. Da qualche giorno, invece, il ciclo si è invertito.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: oro
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »