NAVIGA IL SITO

Mercati rivolti ai dati del lavoro USA

Ci siamo quasi. Domani verranno rilasciati i dati sul mercato del lavoro americano e lunedì avremo modo di valutare la reazione delle borse di fronte a quanto ci verrà comunicato

di Redazione Soldionline 2 apr 2015 ore 09:26

A cura di FXCM

Ci siamo quasi. Domani verranno rilasciati i dati sul mercato del lavoro americano e lunedì avremo modo di valutare la reazione delle borse di fronte a quanto ci verrà comunicato. Venerdì infatti i listini di tutto il mondo resteranno chiusi per la Santa Pasqua, ma dal punto di vista di interpretazione del sentiment degli investitori non cambia nulla, cercheremo di comprendere se le attese per un rialzo di tassi da parte dell’America si siano effettivamente spostate dopo l’estate o siano rimaste su giugno. Nel momento in cui infatti, di fronte a buone pubblicazioni (nuovi posti di lavoro in continua creazione e tasso di disoccupazione in continua diminuzione) i listini dovessero iniziare a stornare sotto i supporti di medio periodo ci farebbero pensare a potenziali inizi di discese strutturali legate concettualmente e praticamente a necessità di riallocazione di portafoglio, con investitori pronti a uscire da investimenti da rendimenti a doppia cifra sulle borse al fine di raccogliere liquidità che potrebbe essere indirizzata sui Treasuries che attualmente offrono ancora rendimenti bassi ma che in prospettiva vedono, per l’appunto, rialzi futuri e prospettici.
usa-economiaNon escludiamo però (e questa, attualmente, rimane ancora la nostra view principale) che i listini americani possano tentare delle ripartenze verso i massimi storici, con la possibilità di assistere a nuovi massimi assoluti, in virtù della distanza temporale che ci separa da ciò che potrebbe arrivare a settembre. Sul fronte dati non abbiamo nessuna novità particolare, con la pubblicazione dell’ISM manifatturiero ieri in Usa (51.5 vs consensus di 52.5) che non ha portato ad aumenti di volatilità particolari e con mercati che si sono mostrati inizialmente correlati a livello di dollaro centrismo, per poi lasciare spazio a movimenti non  coordinati ma sappiamo che dal punto di vista di affidabilità di correlazioni nel tempo non siamo messi proprio bene, per utilizzare un eufemismo poco elegante ma che rende bene l’idea.


ANALISI TECNICA VALUTE
Euro-Dollaro

Perfetto l’euro ieri mattina, con la tenuta delle resistenze individuate ed il raggiungimento di tutti i target ipotizzati. Ci troviamo in rimbalzo rialzista, con i prezzi che stanno tentando il raggiungimento di area 1.0840, che insieme a 1.0860 potrebbe rappresentare un’area di resistenza sulla quale iniziare a studiare potenziali acquisti di dollaro, che non imposteremo in macchina stamattina ma che seguiremo nel momento in cui i prezzi dovessero raggiungere tali livelli. Analizzeremo più nel dettaglio la situazione tecnica all’interno del nostro Morning Meeting.

eurusd_333

Dollaro-Yen
Buoni movimenti del dollaro contro lo yen, all’interno dei livelli individuati ieri, che rimangono validi anche per la giornata odierna, dove seguiremo ancora la possibilità di eventuali raggiungimenti di area 119 ¼, oltre la quale potrebbero evidenziarsi tentativi di movimenti ribassisti, verso ed oltre 119 figura, scenario da poter sfruttare come difensivo in caso di raggiungimento dell’area con stocastico orario in ipervenduto e girato a rialzo, dove potrebbe essere possibile valutare degli acquisti per ritorni verso 119.50 e 119.75, oppure come d’attacco in caso di stocastico lontano dall’ipervenduto e stocastico a 4 ore in ipervenduto e girato a ribasso.

usdjpy_143

Sterlina-Dollaro
Buoni gli scenari studiati ieri su grafici a 15 minuti del cable, che dopo la rottura a ribasso dei supporti ha superato area 1.4815 per estensioni che hanno raggiunto sia 1.47 ¾ che 1.4750, fornendo ottimi scenari difensivi da sfruttare. Questa mattina occorre, a nostro parere, rimanere concentrati su time frame bassi a causa della confusione tecnica oraria e a 4 ore, che evidenzia soltanto la presenza di potenziali resistenze poste sopra area 1.4900, livelli troppo lontani per l’operatività mattutina. Anche qui, ci aggiorneremo nel corso del Morning Meeting delle ore 9.30.

gbpusd_75

DOLLARO AMERICANO - DOLLARO AUSTRALIANO
Ottimo anche l’australiano, con la tenuta delle resistenze ed il raggiungimento degli ultimi supporti visti ieri, passanti tra 0.7560 e 0.7600. Continua la potenziale fase ribassista, con prezzi che se dovessero mantenersi sotto le resistenze statiche orarie, passanti tra 0.7605 e 0.7630, potrebbero tentare degli approfondimenti sotto area 0.7750 per tentativi di accelerazione verso 0.7490. Nel momento in cui dovessimo assistere a tentativi di ripartenza oltre 0.7635 potremmo valutare potenziali tentativi di ripartenza verso 0.7660, oltre il qual livello potrebbe risultare difficile muoversi oggi.

audusd_88

Tutte le ultime su: forex
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »