NAVIGA IL SITO

Cripto, dopo la tempesta di Ftx boom per robot e autocustodia (Il Sole24Ore)

di Redazione Lapenna del Web 2 dic 2022 ore 07:23 Le news sul tuo Smartphone

bitcoin-criptovalutaDopo Ftx, spiega Vittorio Carlini su Il Sole24Ore, la situazione delle cripto è divisa in due parti: da un lato gli investitori si focalizzano maggiormente sull'autocustodia degli asset cripto, dall'altro aumentano i flussi verso la finanza decentralizzata, soprattutto di quelli legati ad algoritmi che fanno arbitraggi. La tensione rimane alta, ma non è ancora entrata nella fase del "panico".

L'autocustodia, spiega Nicola Buonanno, Area VP-Semea di Chainalysis, è la tendenza secondo cui gli utenti spostano i loro token su portafogli propri, come hardware wallet offline. Un comportamento che, dopo il crack di Ftx, non sorprende affatto. La finanza decentralizzata (DeFi) sta ricevendo un grande incremento di flussi. "Circa il 90% di questa dinamica è da ricondursi ad algoritmi che hanno realizzato attività di arbitraggio sulle criptovalute", spiega Buonanno al quotidiano, che vede un nesso tra questo fenomeno e la debacle di Ftx.

Quanto all'andamento del mercato delle cripto, al momento i dati sulle transazioni rimangono in linea con quelli segnalati nell'ultimo anno. Calano però i nuovi indirizzi. Secondo l'esperto questo indica che gli operatori professionali hanno preso le adeguate misure per affrontare la situazione, dato che l'incremento degli addresses è associato ai grandi investitori che, in momenti di crisi, ripartiscono i cripto-asset su più portafogli per limitare il rischio.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.