NAVIGA IL SITO

Il miglior gestore del mese (aprile)

Il gestore di portafoglio, Taewoo Kim, adotta un approccio alla selezione dei titoli di tipo bottom-up. La scelta degli investimenti è basata su una ricerca proprietaria e indipendente ed è il fattore principale che determina la costruzione del portafoglio

di Redazione Soldionline 18 apr 2011 ore 12:09
Analisi a cura di CFS Rating

kim_taewooNome Gestore: Taewoo Kim
Ruolo: Fund Manager
Società: Fidelity International
Fondo: FF Korea Fund

Quali sono i principali criteri di selezione dei titoli?

Il gestore di portafoglio, Taewoo Kim, adotta un approccio alla selezione dei titoli di tipo bottom-up. La scelta degli investimenti è basata su una ricerca proprietaria e indipendente ed è il fattore principale che determina la costruzione del portafoglio. Nonostante presti attenzione al benchmark, il gestore non è vincolato ad esso e le ponderazioni settoriali attive sono frutto del processo di selezione dei titoli.

Criteri di acquisto
• Titoli che offrono sostenibilità dei flussi di cassa disponibili e un trend di crescita interessante
• Potenziale di crescita degli utili superiore al valore riflesso dalla quotazione azionaria
• Valutazione allettante rispetto alle controparti settoriali globali e nazionali
• Crescita dei ricavi con un miglioramento della redditività
Criteri di vendita
• Quotazione del titolo sopravvalutata rispetto alla crescita futura della società a fronte di una revisione degli utili previsti, una variazione della quotazione azionaria o entrambe
• Presenza di opportunità di crescita più interessanti altrove
• Necessità di adeguare la ponderazione relativa al benchmark

Quali sono stati i principali driver della performance nel 2010 e nei primi mesi del 2011?
Nel 2010 i contributi maggiori alla performance sono giunti dai beni di consumo discrezionali (sovrappeso) e dai servizi finanziari (sottopeso).Hanno invece penalizzato la performance il sottopeso in prodotti industriali e IT. Le tensioni fra le due Coree hanno creato una certa volatilità nel mercato azionario locale. Al contempo vi sono importanti segnali incoraggianti, fra cui gli ingenti investimenti internazionali nelle società del Paese e sul piano politico l’azione di Cina e Stati Uniti volta ad allentare le tensioni nella penisola coreana.
Nel primo trimestre del 2011 il fondo, che ha sovraperformato il benchmark, ha ricevuto i principali apporti positivi dai materiali (sovrappeso), dai beni di consumo discrezionali (sovrappeso) e dall’informatica (sovrappeso). Il settore petrolchimico è favorito dalla ripresa del suo ciclo di business. LG Chemical opera anche nel settore delle batterie ricaricabili per autovetture elettriche e le sue attività appaiono molto promettenti. Altre società petrolchimiche sono entrate nel mercato dell’energia solare. Le compagnie automobilistiche coreane stanno registrando buoni utili grazie al maggiore radicamento dei loro marchi negli Stati Uniti e in Cina. Anche il settore delle memorie DRAM si sta riprendendo velocemente poiché i prezzi di questi articoli hanno iniziato a salire dopo il disastro in Giappone.


Cosa pensa del mercato coreano? Cosa prevede sul fronte dei tassi di cambio?
Sono ottimista riguardo alle prospettive del mercato azionario coreano nel 2011, considerando la solida crescita degli utili che le società locali stanno registrando, le loro valutazioni ridotte e la crescente quota di mercato che vanno conquistando a livello globale. È prevista una crescita degli utili societari nel 2011, anche se non ai livelli degli anni precedenti (50% e 60% nel 2009 e 2010). Ritengo probabile, tuttavia, che gli utili delle imprese coreane attraverseranno una fase di consolidamento. Le società della penisola hanno infatti ampliato costantemente la propria quota di mercato globale ristrutturando gli stabilimenti al momento giusto e nelle giuste proporzioni mantenendo una liquidità sufficiente nei bilanci che appaiono più solidi. A mio modo di vedere, gli investitori esteri continueranno ad affluire sul mercato azionario coreano, poiché i titoli hanno valutazioni molto convenienti rispetto alle controparti asiatiche, essendo negoziati a sconto del 20% circa se paragonati ad altri mercati della regione Asia escluso Giappone. Il divario in termini di valutazioni ha iniziato a restringersi nel 2005, in parte grazie al miglioramento della competitività su scala globale e alle aspettative degli investitori che prevedevano un futuro di utili stabili per le società coreane. Dopo la crisi Lehman nel 2008, però, il divario è tornato ad ampliarsi. Il consensus di mercato prevede che gli utili complessivi dei titoli azionari coreani cresceranno ad un tasso del 15% circa nel 2011, dopo due anni consecutivi in cui il dato si è attestato al di sopra del 50%. A mio avviso, questo livello di crescita degli utili è assolutamente accettabile e pertanto il mercato azionario coreano risulta molto allettante e a sconto.

Se il won si rafforza nei confronti del dollaro USA, le esportazioni delle società coreane potrebbero risentirne. Tuttavia, lo yen giapponese e il dollaro di Taiwan, che competono con il won coreano, hanno registrato un apprezzamento maggiore nel 2010. Ciò significa che anche l'eventualità di un ulteriore rafforzamento del won coreano nel 2011 nei confronti del dollaro USA, non dovrebbe preoccupare gli investitori se contestualizzato rispetto allo yen giapponese o al dollaro di Taiwan. Occorre infine osservare che il rapporto fra lo yuan cinese e le altre valute asiatiche non è particolarmente rilevante, poiché finora la moneta cinese ha registrato un apprezzamento limitato. Infine, vorrei aggiungere che, storicamente, il mercato azionario coreano tende ad esprimere performance notevoli quando il won si rafforza.

Prevede che alcuni settori registreranno performance migliori di altri nei prossimi mesi?

Nel mercato azionario coreano ho assunto un posizionamento di sovrappeso sui materiali e i beni di consumo discrezionali. Nel settore dei materiali, le società petrolchimiche sono molto interessanti poiché ravviso miglioramenti generalizzati dei margini per le raffinerie. LG Chemical beneficia di questo trend favorevole e, inoltre, sta espandendo le sue attività anche nel settore delle batterie ricaricabili per autovetture elettriche. Hanwha Petrochemical è un altro titolo in sovrappeso nel portafoglio poiché evidenzia un trend rialzista nel ciclo petrolchimico puro e le sue nuove attività nel settore delle energie alternative sembrano promettenti. Passando ai beni di consumo discrezionali, detengo posizioni di sovrappeso sulle società produttrici di automobili e ricambi per auto come Hyundai Motors, Kia Motors e Hyundai Mobis. Ritengo che le compagnie automobilistiche coreane continueranno a registrare un buon andamento degli utili grazie al maggiore radicamento dei marchi negli Stati Uniti e in Cina e alla situazione patrimoniale più solida che nel prossimo futuro consentirà loro di effettuare spese in conto capitale al momento giusto e nelle giuste proporzioni. Anche il settore IT, soprattutto il segmento delle memorie DRAM, appare interessante. Ho una posizione di sovrappeso su Hynix, il secondo produttore al mondo di memorie DRAM, in parte a copertura del sottopeso strutturale (dovuto alla regola del 10% come massima esposizione della SICAV ad un singolo titolo) in Samsung Electronics. In seguito ai tragici eventi che hanno colpito il Giappone, si verificheranno alcuni cambiamenti di lungo periodo nella catena globale delle forniture energetiche. Le fonti alternative, come il solare e il GNL, trarranno vantaggio da questo trend a medio e lungo termine. Al fine di cogliere i benefici derivanti da tali cambiamenti, ho assunto un posizionamento di sovrappeso su OCI, Hyundai Heavy e Samsung Heavy.




Tutte le ultime su: fondi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Fattura elettronica, chi ha l'obbligo di emetterla e come deve adempiervi

La fattura elettronica è il documento fiscale telematico che deve essere emesso per la cessione di un bene o la prestazione di un servizio. Tutto quello da sapere

da

ABCRisparmio

Bonus bebè 2020: come fare domanda, requisiti e importi

Bonus bebè 2020: come fare domanda, requisiti e importi

Dal 2020 possono usufruire dell’assegno mensile di sostentamento, meglio noto come “Bonus Bebè”, tutte le famiglie senza limiti reddituali Continua »