NAVIGA IL SITO

2007, puntare sul ribasso dei tassi?

Secondo gli esperti di Standish Mellon Asset Management, il 2007 potrebbero esserci grandi opportunità di acquisto di attività rischiose come obbligazioni ad alto rendimento, debito dei mercati emergenti e azioni globali. Il rendimento di denaro e obbligazioni probabilmente diminuirà ancora e ciò dovrebbe spingere infine gli investitori ad assumere un rischio maggiore

di Rocki Gialanella 24 gen 2007 ore 09:57
Com'è cambiata la propensione al rischio negli ultimi trimestri?

A giugno, le banche centrali globali innalzavano i tassi di interesse in modo molto aggressivo e le attività rischiose erano volatili. Questo aumento dei rendimenti di denaro e obbligazioni ha contribuito alla volatilità, dato che aumentava il loro rendimento adeguato al rischio rispetto alle attività più rischiose come il debito dei mercati emergenti e le azioni in generale. Alcuni investitori si chiedevano se ci si trovava alle soglie di un'altra crisi degli investimenti. In base alla nostra analisi, il rendimento di denaro e obbligazioni era ancora basso rispetto al rendimento di attività meno liquide e più rischiose, come obbligazioni dei mercati emergenti e ad alto rendimento. C'erano ancora abbastanza capitali che passavano verso la fase di boom del ciclo. Da allora, i segmenti più rischiosi dei mercati obbligazionari globali hanno registrato un'ottima performance e la volatilità dei mercati finanziari ha toccato nuovi minimi annuali.

E' probabile che trovi spazio un aumento della volatilità?

In vista del 2007, il crollo dei rendimenti obbligazionari globali è incoraggiante per le attività rischiose ma, in base alle nostre previsioni, la volatilità sui mercati finanziari aumenterà rispetto al secondo semestre del 2006. L'economia statunitense si trova a un punto critico del ciclo, stretta tra le correnti contrarie di imprese solide e famiglie in fase di indebolimento.

Pensate che il boom immobiliare Usa sia davvero agli sgoccioli?

I rendimenti obbligazionari sono stati spinti al ribasso con la fuga degli speculatori dal mercato immobiliare residenziale. Una volta che le plusvalenze sono cessate nel settore immobiliare, il rendimento degli investimenti immobiliari è crollato e la liquidità ha iniziato a fluire verso la fase di crisi del ciclo, alla ricerca di rendimenti adeguati al rischio più elevati su denaro e obbligazioni. L'esaurirsi del capitale speculativo nel settore immobiliare è rilevante, dato che si è trattato di un boom lungo e sostenuto. Le plusvalenze nel settore immobiliare hanno avuto un potente effetto ricchezza che ha sostenuto gli investimenti e i consumi negli ultimi anni. In prospettiva, i consumatori negli Stati Uniti probabilmente aumenteranno i risparmi a causa dell'effetto ricchezza negativo che ora rallenterà i consumi.

Quale direzione prenderanno i tassi di interesse nel 2007?

In base alle nostre previsioni la domanda globale nel 2007 non rispetterà le previsioni di crescita del consensus. Ciò contribuirà a un'inversione di tendenza nell'incremento dei tassi a livello globale, anche se la Banca Centrale Europea e quella giapponese continuano ad essere piuttosto favorevoli
a nuovi incrementi. La Fed probabilmente inizierà infatti a ridurre i tassi di interesse nel primo semestre del 2007.
A nostro giudizio, gli investitori stanno traendo i vantaggi derivanti dall'assunzione del rischio di duration, dato che le nostre prospettive di crescita economica sono inferiori al consensus. Le curve dei rendimenti dei titoli di stato continuano ad appiattirsi a livello mondiale, e questo è un segnale per cui le politiche monetarie globali stanno diventando più restrittive.
Queste strette monetarie stanno comprimendo il premio di rischio inflazionistico nelle curve dei rendimenti e questo, unitamente alla crisi dell'edilizia abitativa, è un altro fattore che fa diminuire i rendimenti obbligazionari. Alla fine, le curve dei rendimenti si irripidiranno quando le banche centrali inizieranno a ridurre i tassi di interesse, il che avverrà probabilmente entro la metà del 2007.
In questo momento, gli investitori dovrebbero essere più cauti nell'assunzione di rischio, ma nel 2007 potrebbero esserci grandi opportunità di acquisto di attività rischiose come obbligazioni ad alto rendimento, debito dei mercati emergenti e azioni globali. Il rendimento di denaro e obbligazioni probabilmente diminuirà ancora e ciò dovrebbe spingere infine gli investitori ad assumere un rischio maggiore.


Per suggerimenti, critiche, commenti, scrivete a:
lucafiore@soldionline.it


Leggi tutti gli articoli

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.