NAVIGA IL SITO

Da ciabattino a 'footwear designer', la professionalità del made in Italy che non conosce crisi

Firenze - (Adnkronos/Labitalia) - Quella del creatore e stilista delle calzature 'made in Italy' è una professionalità sempre richiestissima. E per soddisfare la domanda è nato anche un corso teorico-pratico con docenti esperti che per 700 euro ti insegnano il mestiere

Firenze, 27 set. (Adnkronos/Labitalia) - Le calzature italiane sono le più apprezzate al mondo anche in tempi di crisi. Per questo, le aziende calzaturiere cercano senza sosta calzolai qualificati, o per dirla in modo più moderno, di 'footwear designer', stilisti specializzati in scarpe e accessori. Per soddisfare la richiesta del mercato stanno anche nascendo corsi specifici, come quello in 'Design calzature e accessori' organizzato da 'Polimoda - International Institute Fashion Design Marketing' fin dal 1998.L'obiettivo è formare professionisti che coniughino stile personale e artigianalità locale, da sempre punto di forza del 'Made in Italy', senza trascurare però la ricerca concettuale e l'identità creativa d'avanguardia. La nuova edizione del corso partirà il prossimo 5 ottobre presso la nuova sede Polimoda nel Castello dell'Acciaiolo a Scandicci (Fi) che racchiude, in 300 metri, aule e laboratori altamente attrezzati. Da quest'anno il programma formativo è stato profondamente rivisto, articolando la durata del corso su tre anni e prevedendo la possibilità di un ulteriore quarto anno di masterclass per raggiungere una maggiore specializzazione. Alla scuola si accede tramite un esame di ammissione composto da una prova di disegno, un colloquio e una lettera motivazionale per sondare motivazioni e stili dei candidati. Al termine delle procedure di ammissione, sono selezionati 20 giovani, che in genere provengono da scuole superiori e in particolare da istituti d'arte.Il corso, che costa 7.700 euro annui, coniuga teoria e pratica avvalendosi di docenti esperti, dotati di esperienza pluriennale nel settore. Si parte dalle conoscenze di base in disegno e cucito per poi passare alla conoscenza dei vari tipi di materiali, nozioni indispensabili per creare una scarpa al tempo stesso bella ma anche pratica e resistente. Alla fine di ogni semestre sono previste verifiche per testare il gradi di apprendimento raggiunto dagli allievi. Gli studenti hanno anche la possibilità di esporre le proprie creazioni in eventi organizzati da Polimoda, come avvenuto nella scorsa estate con la 'Polimoda Fashion Week' e la mostra 'Walking World'.Dopo i tre anni di corso, i ragazzi terminano il proprio percorso formativo con uno stage di tre mesi in aziende sia italiane che estere, dove realizzeranno la propria collezione personale e avvieranno i primi contatti con il mondo del lavoro. Non è insolito che le aziende decidano poi di confermare gli stagisti e di instaurare un vero e proprio rapporto di lavoro stabile, data la forte richiesta di 'footwear designer' nel mercato delle calzature. L'istituto infatti, riceve ogni anno circa un centinaio di richieste di stilisti delle calzature da parte delle aziende. Per questo, il tasso di occupazione dei designer raggiunge infatti percentuali invidiabili: secondo le stime di Polimoda, ben il 90% degli studenti trova lavoro entro 6 mesi dalla fine del corso."La figura del footwear designer - spiega a Labitalia Patrick De Muynck, capo dipartimento Design di Polimoda - è richiestissima dalle aziende perché un giovane con solide basi può seguire tutte le fasi della produzione del prodotto, dalla fase creativa a quella realizzativa. Per questo, i nostri corsi, ristrutturati a partire da quest'anno, forniscono conoscenze tecniche specifiche a cui si aggiungono il disegno, la progettazione 3D e nozioni di marketing. Senza queste basi, i ragazzi non sarebbero credibili nel mondo del lavoro"."I nostri ragazzi -continua De Muynck- al termine del primo semestre di corsi sono già in grado di realizzare scarpe finite seguendo il proprio stile personale, che noi analizziamo già in sede di esame di ammissione. Al secondo e terzo anno, i progetti diventano via via più complessi, per perfezionare sempre di più le collezioni. Infatti, le aziende che si rivolgono a noi per trovare professionisti qualificati hanno delle aspettative molto alte. Solo mantenendo standard elevati si può mantenere alto il prestigio delle calzature italiane nel mondo". L'istituto Polimoda, attivo fin dal 1986, offre anche altri corsi di formazione, come il master in 'Fashion Footwear Design' e 'Fashion bag Accessory Design', entrambi in partenza a gennaio 2010.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.