NAVIGA IL SITO

Via libera al dollaro ma adesso l'Argentina teme la super inflazione (La Repubblica)

di Mauro Introzzi 28 gen 2014 ore 08:40 Le news sul tuo Smartphone
argentina_23Il quotidiano descrive l'operazione con cui il Governo di Buenos Aires ha deciso di modificare le restrizioni che dalla fine del 2011 impedivano l'acquisto di dollari da parte delle persone fisiche e che fino ad ora avevano creato un mercato parallelo dove dollaro e pesos vengono scambiati ad un valore molto superiore rispetto all'ufficiale (12/13 pesos per dollaro contro gli 8 del cambio ufficiale). Dopo la modifica delle norme un privato potrà acquistare fino a un massimo di 2.000 dollari dimostrandone di guadagnarne almeno 900 al mese. Sull'operazione ci sarà una tassa del 20% che sarà restituita se chi acquista i dollari li lascerà su un conto corrente per almeno un anno. Il Governo tenta così di arginare la perdita di valore del pesos, svalutatosi del 30% - la scorsa settimana - rispetto al dollaro. Ora lo spauracchio è quello della super inflazione.

LEGGI ANCHE - Argentina, e ora?
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: argentina , tango bond