NAVIGA IL SITO

Vendite auto, crollo del 28%. «Si è esaurito l’effetto degli incentivi» (Corriere della Sera)

di Redazione Lapenna del Web 2 giu 2021 ore 07:28 Le news sul tuo Smartphone

auto-importateNel mese di maggio, il crollo percentuale delle vendite delle auto ha sfiorato il 28% rispetto al maggio 2019. La differenza di circa 60mila automobili sarebbe da imputare - stando a quanto dichiarato dal numero uno di Urae (l'associazione dei costruttori di auto stranieri in Italia) Michele Crisci - al fatto che "in maggio si è definitivamente esaurito l'effetto degli incentivi. Infatti dopo l'esaurimento prematuro dei fondi, ora è finita anche l'onda lunga delle immatricolazioni relative".

Secondo quanto riportato da Bianca Carretto per il Corriere della Sera, Paolo Scudieri, responsabile Anfia (l'associazione dei costruttori di auto italiani), ha dichiarato che "il crollo del mercato penalizza duramente tutta la filiera. È necessario che il governo intervenga a favore di tutte le aziende italiane del settore, favorendo quel ricambio del nostro parco circolante".

Una recente indagine Aci ha rivelato che circa 3,8 milioni di veicoli del parco circolante italiano sono stati immatricolati prima del 1993, e per la maggior parte si tratta di Euro 0. Un immobilismo che dura da 28 anni, che rende vani tutti gli sforzi del governo.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: automobili