NAVIGA IL SITO

Turchia: presto i titoli di stato saranno 'junk'?

di Mauro Introzzi 20 lug 2016 ore 10:35 Le news sul tuo Smartphone

Secondo Rob Drijkoningen, co-head of Emerging Markets Debt di Neuberger Berman, tra le conseguenze della grandeinstabilità politica in Turchia, dove è fallito un golpe nei giorni scorsi, ci potrebbe essere il declassamento dei titoli di stato del paese:

turchia_22Le implicazioni politiche del tentato colpo di Stato in Turchia sono un rafforzamento notevole della figura di Erdoğan. Avendo ipotizzato per anni che si verificasse un colpo di Stato contro di lui, è ora giustificato sia internamente che a livello internazionale. È ancora presente il rischio di un referendum o di elezioni anticipate quest’anno ma l’incertezza del risultato di entrambi è diminuita molto, ovvero Erdoğan dovrebbe essere facilmente in grado di vincere questi appuntamenti.

Ci aspettiamo che l’economia soffra per un possibile calo nei flussi degli investimenti esteri e nel turismo anche se dovrebbe essere sostenuta da una politica monetaria e fiscale accomodanti. Nel medio periodo vedremo cosa significherà per la democrazia e le relazioni con l’UE una presidenza così rafforzata, in particolare la capacità dell’esecutivo di ricercare il consenso tra l’opposizione.

Gli eventi introducono rischi al ribasso dei rating creditizi, soprattutto per la prossima revisione di Moody’s del 5 agosto. Un declassamento del rating attuale Baa3/Negativo, rimasto stabile da agosto 2014, spingerebbe da solo la media del rating sul debito sovrano turco espresso in valuta forte a “spazzatura”/junk, dal momento che la Turchia ha già un rating BB+/Stabile da parte di S&P e di BBB-/Stabile da Fitch. I titoli di Stato in valuta locale hanno già un rating investment-grade da ciascuna delle 3 agenzie: Baa3, BBB- e BBB. Mentre le immediate conseguenze economiche e politiche dovrebbero essere contenute, l’incertezza politica introdotta dal tentativo di colpo di Stato è del tipo a medio termine, su cui le agenzie di rating pongono grande enfasi.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: turchia