NAVIGA IL SITO

Tria: no a manovre lacrime e sangue (Corriere della Sera)

di Mauro Introzzi 5 lug 2019 ore 06:46 Le news sul tuo Smartphone

italia-bandieraIl quotidiano riporta le parole pronunciate ieri dal ministro Giovanni Tria nell’audizione alle commissioni riunite Bilancio e Finanze del Senato. Il responsabile del Tesoro ha dichiarato che la prossima manovra su cui si sta lavorando “non sarà lacrime e sangue”. L’esecutivo porterà avanti quello che è stato approvato nel programma di Stabilità.

Il Corriere riporta che la strategia sarà quella di “contenere la spesa corrente, senza aumentare le tasse. Ma senza tagliare gli investimenti. E semmai con interventi di riduzione fiscale”. 

Dopo il recente aggiustamento di bilancio (“tra lo 0,3 e lo 0,4%, una correzione molto forte, la più forte degli ultimi anni”), “anche per il 2020 Tria prevede un aggiustamento strutturale, ma sarà minimo”. 

Il Corriere ricorda infine che “ieri è stato anche il giorno dell’ok alla commissione tecnica che deciderà sui rimborsi per i risparmiatori vittime delle banche fallite: Tria ha firmato il decreto che la istituisce, sarà composta da 9 membri, esaminerà e autorizzerà gli indennizzi”.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: giovanni tria
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Scadenze fiscali settembre 2019 per le pesone fisiche

Scadenze fiscali settembre 2019 per le pesone fisiche

Vediamo quali sono le principali scadenze fiscali per il mese di settembre 2019. Tratteremo in particolare quelle che riguardano le persone fisiche. Continua »