NAVIGA IL SITO

Sofferenze bancarie, la Ue sceglie la linea più morbida (Corriere della Sera)

di Mauro Introzzi 15 mar 2018 ore 07:25 Le news sul tuo Smartphone

banca-insegnaIl quotidiano scrive che nelle scorse ore la Commissione europea ha presentato la sua proposta per evitare l’accumulo problematico di prestiti non performanti (npl) nell’Unione Europea. L’obiettivo sarebbe quello di “introdurre un meccanismo comune in grado di imporre accantonamenti prudenziali a copertura dei crediti deteriorati per importi sufficienti a evitare tracolli improvvisi di banche”. Ciò potrebbe, secondo il Corriere della Sera, “favorire anche la nascita di un mercato secondario comunitario per la vendita degli npl, che oggi sono trattati in gran parte da poche multinazionali con evidenti conseguenze sul prezzo”.

La proposta è quella di dare due anni di tempo per gli accantonamenti prudenziali di crediti deteriorati non garantiti da garanzie collaterali. Nel primo anno la copertura partirebbe dal 35% per arrivare poi al 100%.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: npl