NAVIGA IL SITO

Rating Italia: la bocciatura, a un passo dal livello spazzatura, di Standard & Poor's

Gli analisti di Standard & Poor's hanno abbassato da BBB a BBB- il loro rating sul merito creditizio dell'Italia, con un outlook Stabile. A pesare sull'Italia l'inesorabile aumento del debito

di Mauro Introzzi 6 dic 2014 ore 11:08

ITALIA: S&P ABBASSA IL RATING
Gli analisti di Standard & Poor's hanno abbassato da "BBB" a "BBB-" il loro rating sul merito creditizio dell'Italia, con un outlook "Stabile". Il giudizio dell'agenzia di rating sul debito a breve del nostro Paese passa da "A-3" ad "A-2".
La mossa, che porta il giudizio a un passo dal livello "junk" (spazzatura) è motivata dal forte (ed inesorabile) aumento del debito, che si accompagna a una crescita debole e una competitività bassa. Uno scenario che secondo Standard & Poor's non è compatibile con un giudizio "BBB".

LE PROSPETTIVE DELL'ITALIA PER S&P
Le prospettive "stabili" riflettono le aspettative che l'agenzia di rating pone sulle riforme strutturali e di bilancio del Governo Renzi, che potrebbero essere in grado di influenzare positivamente la crescita. I bilanci delle famiglie, inoltre, resteranno abbastanza forti da assorbire ulteriori aumenti del debito pubblico. A favore dell'Italia, poi, potrebbe agire anche la Banca Centrale Europea, che con la sua politica monetaria continuerà a tenere sotto controllo l'inflazione.

LEGGI ANCHE: Il giudizio di Standard & Poor's sull'Italia dello scorso giugno

standard-poor-sLE PROSSIME MOSSE DI STANDARD & POOR'S: BOCCIATURA O PROMOZIONE

Nella nota a corredo della mossa gli analisti di Standard & Poor'd hanno evidenziato che potranno abbassare ulteriormente il giudizio nel caso in cui capiranno che il Governo non riuscirà ad implementare politiche per riportare la crescita economica e rafforzare le finanze pubbliche.

Il giudizio sull'Italia potrà invece migliorare se il governo dovesse implementare appieno le riforme del mercato del lavoro, dei prodotti e dei servizi e queste permettessero alle dinamiche di deficit e debito di andare su un traiettoria chiara al ribasso.

STANDARD & POOOR'S: LE STIME SUL DEBITO ITALIANO

Gli analisti di Standard & Poor's stimano che a fine 2017 il debito pubblico italiano raggiunga i 2.256 miliardi di euro. In termini percentuali il debito salirà dal 123,9% del 2014 al 127% del 2015 al 127,4% del 2016 per poi calare al 126,8% nel 2017.


In un'infografica tutti i rating dell'Italia:

tutti-rating-italia

Tutte le ultime su: s p global ratings , rating italia
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.