NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico finanziaria del 17 giugno 2019

di Mauro Introzzi 17 giu 2019 ore 06:59 Le news sul tuo Smartphone

Maturità al via, conto da 130 milioni (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico fa i conti in tasca all’esame di maturità, che parte dopodomani - mercoledì 19 giugno - con lo scritto di italiano per poco più di mezzo milione di studenti. Il giorno dopo spazio alla seconda prova, diventata mista (greco e latino al classico, matematica e fisica allo scientifico), mentre rispetto allo scorso anno è scomparso il cosiddetto “quizzone”. Nessuna novità, invece, sulla composizione delle commissioni. A giudicare gli studenti ci saranno 13.161 commissioni, composte da tre membri interni e tre esterni oltre al presidente, sempre esterno.

E dunque, evidenzia il Sole24Ore, non ci saranno novità sui costi dell’intera macchina organizzativa, “che dovrebbero aggirarsi anche stavolta sui 130 milioni di euro più le spese vive per carta e cancelleria che le scuole determineranno ex post”.

 

Nessuna bolla a Wall Street (Milano Finanza)

Il settimanale finanziario riporta un’intervista di CNBC a David Solomon, il banchiere che da otto mesi ha preso il posto di Loyd Blankfein sulla poltrona di amministratore delegato di Goldman Sachs. Secondo il manager non ci sarebbe nessun eccesso di valutazione per i titoli quotati a Wall Street. I titoli tecnologici sono di certo ben prezzati, ma i corsi sarebbero (per ora) giustificati dagli utili attesi. In generale non saremmo di fronte a un rischio bolla, “visto che non siamo di fronte a irrazionalità paragonabili con quelle del 1999-2001”.

Il banchiere ha poi parlato della politica monetaria della FED: secondo Blankfein “all'economia americana non serve un taglio dei tassi, ma ormai il mercato se l'aspetta”.

Sulla lunga guerra commerciale in atto tra Stati Uniti e Cina il banchiere si dice d’accordo con il presidente Trump sulla necessità di un riequilibrio delle tariffe commerciali tra i due Paesi però “la Cina rappresenta un partner commerciale di importanza evidente”.

 

Minibot, Patacones, cambiali e miniassegni: tutti i fallimenti della finanza alternativa (Affari & Finanza - La Repubblica)

L’inserto settimanale del quotidiano La Repubblica mette sotto la lente i minibot. La proposta di emettere titoli di debito per saldare i crediti delle imprese verso lo stato è una strada che è già stata percorsa in passato, da diverso governi. Ma non ha mai funzionato.

L'inserto parte dai miniassegni, circolati in Italia tra il 1976 e il 1978 quando le monete metalliche in circolazione divennero difficili da reperire e le banche iniziarono a emettere assegni circolari da 100 o 200 lire, e parla poi del Patacòn (Letra de Tesoreria para Cancelatiòn de Obligaciones de la Provincia de Buenos Aires) circolato tra il 2001 e il 2002. Cita infine i Local Bitcoin venezuelani e messicani, i Chiemgauer bavaresi e il Bristol Pound.

Rilevante, sul tema, l'opinione di Mario Draghi. Il numero uno della BCE ha dichiarato che il minibot è una moneta alternativa (e in questo caso non legale) oppure del debito pubblico (che quindi inciderebbe sui conti italiani). Non ci sarebbero altre interpretazioni.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Scadenze fiscali settembre 2019 per le pesone fisiche

Scadenze fiscali settembre 2019 per le pesone fisiche

Vediamo quali sono le principali scadenze fiscali per il mese di settembre 2019. Tratteremo in particolare quelle che riguardano le persone fisiche. Continua »