NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria dell'11 giugno 2019

di Mauro Introzzi 11 giu 2019 ore 07:01 Le news sul tuo Smartphone

Cdp torna sul mercato retail con un nuovo bond (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico analizza la scelta di Cassa Deposti e Prestiti di tornare sul mercato delle obbligazioni retail con un nuovo bond, a quattro anni dalla prima emissione di questo tipo.

La manovra, secondo il quotidiano, “era già scritta nell’ultimo piano industriale, che prevede la diversificazione delle fonti di raccolta per finanziare gli investimenti nello sviluppo sostenibile del territorio, delle infrastrutture e delle imprese”.

Il Sole24Ore ricorda i risultati dello scorso piazzamento, dall’ammontare che fu innalzato da un miliardo fino a 1,5 miliardi, per rispondere all’enorme richiesta (4 miliardi, pari a 4 volte l’offerta) che determinò la chiusura anticipata - a soli cinque giorni dall’avvio - del primo Cdp bond retail. Che finì a quasi 70mila risparmiatori. 

 

FCA, Nissan detta le condizioni (MF)

Il quotidiano finanziario scrive che le diplomazie di Fiat Chrysler Automobiles e di Renault starebbero lavorando “per capire se ci sono margini per riaprire le negoziazioni”. Ieri i vertici di Nissan hanno posto le loro condizioni affinché l'ipotesi di fusione tra il Lingotto e la Règie possa ripartire. Secondo quanto scrive MF, secondo il marchio giapponese Renault dovrebbe “ridurre sensibilmente la sua quota nel capitale della casa di Yokohama, di cui ora detiene il 43,5%”.

MF scrive inoltre che al Lingotto, probabilmente, “si sono resi conto che il comunicato notturno, voluto dal presidente John Elkann, con cui Fca ha ritirato la proposta di fusione è stato quantomeno precipitoso”.

FCA in questo momento, resta quindi alla finestra.

 

TIM, Open Fiber valutata circa 2 miliardi (La Repubblica)

Il quotidiano riporta che Cdp e Telecom avrebbero trovato una quadratura del cerchio sulla valutazione di Open Fiber, che è nell’ordine di 2 miliardi per il 100%. La due società starebbero lavorando per dare vita alla società della rete che dovrà mettere insieme Open Fiber (50% della stessa Cdp e 50% Enel) con la rete Telecom.

Il valore potrebbe tuttavia essere rivisto al momento del closing e in base al concambio in azioni Telecom con cui l’ex monopolista delle tlc pagherebbe a Cassa Depositi e Prestiti per rilevare la sua quota in Open Fiber.

Secondo La Repubblica “se tutto andasse liscio Telecom potrebbe convocare un’assemblea a settembre per dare il via libera all’aumento di capitale funzionale all’operazione”.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa
da

SoldieLavoro

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Ma bisogna anche viverci davvero e soprattutto avviare una attività economica. In questa guida ecco come funzionerà il cosiddetto "Reddito di residenza attiva" Continua »

da

ABCRisparmio

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Ne sentiremo parlare nei prossimi mesi. Perché la riforma del cuneo fiscale fa parte del programma del nuovo governo. Vediamo cos'è il cuneo fiscale e perché tagliarlo Continua »