NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria del 9 ottobre 2019

di Mauro Introzzi 9 ott 2019 ore 07:49 Le news sul tuo Smartphone

Mps, trattativa finale Tesoro-Ue sulla scissione dei crediti a rischio (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico fa il punto della situazione su uno degli aspetti più rilevanti del futuro di Monte dei Paschi di Siena, quello legato ai crediti deteriorati. Il ministero del Tesoro, azionista di maggioranza della banca senese, ha proposto all'Ue la scissione di 10-14 miliardi di crediti deteriorati di Mps a favore di Amco (la ex Sga). Questa proposta sarebbe ora al vaglio finale della Direzione della Concorrenza dell’Unione Europea.

E, secondo quanto riporta il quotidiano, "la decisione definitiva di Bruxelles arriverà solo dopo l’insediamento del commissario Margarethe Vestager, che entro poche settimane dovrà esprimersi sull’esistenza o meno di aiuti di Stato e quindi di eventuali effetti distorsivi sulla concorrenza".

Ci sarà quindi il tempo per il governo italiano di dettagliare nel migliore dei modi il piano, da presentare entro fine dicembre, che contenga le modalità di uscita dal capitale di Mps entro il 2021.

Un taglio dell'entità indicata permetterebbe a MPS di raggiungere un NPE ratio inferiore al 5%, allineandosi così alle pratiche indicate dai regolatori. In questo modo l'istituto diventerebbe decisamente appetibile per un'aggregazione. Che, a sua volta, avrebbe il potere di avviare il risiko nell'intero settore bancario italiano.

 

Salini Impregilo: s’allarga il cantiere Progetto Italia (MF)

Il quotidiano finanziario mette sotto la lente Progetto Italia, il maxi polo delle costruzioni che nascerà intorno a Salini Impregilo con il sostegno di Cdp. L'iniziativa, evidenzia MF, "non parte solo dalla volontà di aggregare ma, soprattutto, da quella di alcuni operatori di essere assorbiti nel progetto".

Sono diverse, infatti, le aziende che si starebbero candidando come componenti del polo. Ci sarebbe Pizzarotti, "gruppo di Parma considerato da molti esperti tra i più sani del settore" ma che negli ultimi mesi avrebbe visto crescere i suoi debiti. E che nell'ultimo bilancio farebbe un chiaro riferimento alla possibilità di affluire in un maxi polo che dalla descrizione pare essere proprio Progetto Italia. 

Oltre Pizzarotti, MF cita tra i potenziali candidati anche Rizzani de Eccher, costruttore di Pozzuolo del Friuli (Udine) che starebbe "iniziando a sondare il terreno per essere integrato nell'operazione di sistema".

 

Manovra, da Bankitalia e Istat dubbi sul gettito (Corriere della Sera)

Mentre sono arrivate ieri una serie di smentite, da parte del ministro dell'economia Roberto Gualtieri, ad alcune voci relative a ipotetiche manovre contenute nella prossima Legge di Bilancio ("colf, reati fiscali, tasse sul contante, daspo ai commercialisti: sono tutte fake news", le parole del numero uno del Tesoro), crescono i dubbi sul gettito atteso dalla lotta all’evasione. Lo riporta il Corriere della Sera, che scrive che i 7 miliardi di euro al 2020 di recupero del nero stimati dalla Nadef suscitano perplessità da Banca d’Italia, Corte dei Conti, Istat, e Ufficio Parlamentare di Bilancio, ascoltati nelle scorse ore in Senato.

Di questi 7 miliardi, infatti, al momento solo 2 sono certi: "quelli che la Ragioneria ritiene possibili realizzare dalla stretta sulle compensazioni Inps che arriverà con la creazione di una piattaforma elettronica sulla quale i crediti dovranno essere certificati prima di essere compensati con eventuali debiti previdenziali". Difficile invece quantificare l'effetto dell'incentivo all’uso della dei pagamenti elettronici (visto comunque di buon grado anche da Bankitalia).

 

Alitalia va ai tempi supplementari. I nodi sono rotte, esuberi e quote (La Repubblica)

Nuovamente sotto i riflettori Alitalia. Secondo il quotidiano l'urgenza in questi giorni sarebbe quella di "mettere in sicurezza 2 mila dipendenti in esubero e trovare almeno 200 milioni di euro per non farla affogare prima di dicembre".

Secondo quanto riporta La Repubblica a 6 giorni dal 15 ottobre, data ultima per presentare un progetto di rilancio per la compagnia in amministrazione straordinaria, nulla sarebbe ancora stato deciso. Cruciale il ruolo degli americani di Delta, che "non avrebbero ancora dipanato i dubbi sull'entità della loro partecipazione e nemmeno sul ruolo della compagnia all’interno dell’alleanza per i voli verso il Nord America, Blue Skies".

L'idea dell'esecutivo sarebbe quella di allungare i termini di almeno due settimane per lasciare a Delta e Atlantia il tempo di mettere a punto i particolari sulla governance della nuova società.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa

Guide Lavoro

Il contratto di lavoro a chiamata

Il contratto di lavoro a chiamata consente di svolgere lavoro a intermittenza (job on call, in inglese). Tramite questo contratto, il datore di lavoro può ricorrere a lavoratori per brevi periodi di tempo in cui ha particolari necessità

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »