NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria dell'8 agosto 2019

di Mauro Introzzi 8 ago 2019 ore 08:20 Le news sul tuo Smartphone

Fondo risparmiatori, il decreto arriva alla firma di Tria (Il Sole24Ore)

Il quotidiano scrive che il decreto ministeriale per accedere al Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR) sarebbe arrivato sul tavolo del ministro dell’economia, Giovanni Tria. Si tratta “dell’ultimo tassello mancante per far partire la corsa ai rimborsi dei risparmiatori coinvolti nei crack bancari degli ultimi anni”. Tuttavia, specifica Il Sole24Ore, “per far partire i 180 giorni previsti per la presentazione delle istanze sul portale della Consap bisognerà ancora attendere la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo”. Per presentare la domanda (che dovrà essere compilata sul sito della Consap) è quindi necessario attendere ancora un ulteriore passaggio burocratico, ossia la registrazione dalla Corte dei conti.

Il Sole24Ore ricorda che nel recepire le ultime correzioni del decreto crescita il nuovo decreto ha modificato il requisito della consistenza patrimoniale: “il valore inferiore ai 100mila euro posseduto al 31 dicembre 2018 dovrà essere calcolato al netto degli strumenti finanziari oggetto dei rimborsi, nonché dei contratti di assicurazione a capitalizzazione o mista sulla vita”.

 

Bund tedesco da brividi, -0,61% (MF)

Il quotidiano finanziario fa il punto sull’attuale situazione dei mercati, alle prese con i timori per la guerra commerciale, e valutaria, fra Usa e Cina. Queste tensioni stanno spingendo gli investitori verso rifugi sicuri, “al punto che ieri il rendimento del Bund decennale tedesco è precipitato addirittura al livello record di -0,61%".

Un dato definito “paradossale”, visto che la locomotiva tedesca starebbe andando verso una fase recessiva. Ed essere vittima, a sua volta, dei dazi americani.

MF evidenzia come tutti i titoli di stato tedeschi abbiano redimenti negativi sul mercato secondario con il trentennale al -0,137% e il biennale al -0,849%. E cita un’analisi di Deutsche Bank, che indica che nel mondo i titoli di stato con rendimento negativo ammontano a 15mila miliardi di dollari, una somma che si è quasi triplicata rispetto all'ottobre 2018.

 

Trump attacca la Fed: ridicola. E l’oro vola sopra 1.500 dollari (Corriere della Sera)

Il quotidiano descrive l’attuale situazione economica sui mercati internazionali, con oro ai massimi, borse nervose e calo dei rendimenti — per eccesso di domanda — dei titoli di stato.

Nelle scorse ore il metallo giallo ha abbattuto la barriera psicologica dei 1.500 dollari per oncia. Non accadeva dal 2013. E da inizio anno le quotazioni sono salite di un rilevante 17%.

A pesare sui mercati le tensioni commerciali per la guerra dei dazi fra Usa e Cina che fanno temere una nuova recessione. E, secondo il Corriere della Sera, “il tema della riduzione dei tassi di interesse rimane al centro dello scontro”. La Fed è ornata nuovamente nel mirino del presidente Usa Donald Trump. Secondo l’inquilino della Casa Bianca “deve tagliare i tassi più velocemente e di tanto e deve mettere fine ora alle ridicole strette monetarie”.

 

Carissimo Bond su Mps, BancoBpm e Carige: i tassi sono quelli greci (La Repubblica)

Il quotidiano mette sotto la lente l’attività di raccolta delle banche italiane, tornate in questi mesi ad emettere obbligazioni. Una raccolta che però viene fatta a tassi decisamente elevati visto che, riporta La Repubblica, “il rischio Italia si sarebbe spostato dai titoli di stato ai bond degli istituti medi e piccoli”. Il costo di una raccolta di denaro “a tassi più alti dei bond di Grecia e Cipro, o di oscuri istituti in Portogallo e Spagna” rischierà quindi di pesare peserà su prestiti e profitti delle nostre banche e di mettere in pericolo le strategie di rilancio della redditività degli istituti italiani.

Il quotidiano riporta alcuni esempi: Monte dei Paschi che paga rendimenti oltre il 19% sul subordinato emesso a gennaio 2018, BancoBpm che paga quasi il 9% sul bond At1; la Popolare di Sondrio che paga il 6% sul subordinato di luglio.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa
da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »