NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria del 3 dicembre 2019

di Mauro Introzzi 3 dic 2019 ore 07:48 Le news sul tuo Smartphone

Aumento Carige, corsa contro il tempo. Prospetto ancora sospeso in Consob (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico aggiorna sulle tempistiche legate all'operazione di aumento di capitale di Banca Carige. Il prospetto dell'operazione sarebbe ancora in giacenza in Consob per l'autorizzazione. Il collegio dell'organo di controllo della borsa e dei mercati si riunirà oggi, "anche se non è detto che riesca ad avviare l’esame del prospetto per l’aumento di capitale da 700 milioni".

Ma cosa tiene aperta la questione? Tra i fattori bloccanti c'è l’operazione di cessione di 3,1 miliardi di crediti deteriorati (e il sistema di garanzie sui crediti classificati in bonis) alla società pubblica Amco. Secondo quanto riporta Il Sole24Ore ll finalizzazione dell'operazione era attesa venerdì scorso con il via libera di Banca d’Italia e Bce. Ma tutto sarebbe stato "rinviato a questa mattina quando, se non ci saranno intoppi, il pacchetto verrà sdoganato e autorizzato".

Ma non solo: si è ancora in attesa anche dell’ok della Bce all’operazione di aumento di capitale e della proroga della gestione commissariale.

 

Dissidenti all'attacco di Cattolica
 (MF)

Il quotidiano finanziario scrive che in seno all'azionariato di Cattolica Assicurazioni sarebbe "iniziata la conta dei voti": i soci che contestano "la defenestrazione dell'ad Alberto Minali di fine ottobre" si stanno organizzzando per chiedere la convocazione di una doppia assemblea. Una prima assise per votare la revoca del cda attuale. Una seconda, in sede straordinaria, che dovrà invece votare modifiche dello statuto che fissi paletti al numero dei mandati di consiglieri e presidente.

Le novità proposte in sede straordinaria dovrebbero ricevere, per essere approvate, il voto della maggioranza qualificata dei soci, ossia per due terzi dei voti. Una situazione che appare tutt'altro che scontata. Tuttavia, secondo quanto riporta MF, le istanze (qualora accolte) "avrebbero un effetto dirompente sulla gestione della compagnia, nonostante il mantenimento della forma cooperativa non sia in discussione".

 

Alitalia verso il commissario unico. Cessione rinviata a maggio 2020 (Corriere della Sera)

Il quotidiano fa il punto della situazione su Alitalia. Nelle scorse ore il governo ha concesso un altro prestito ponte, da 400 milioni di euro, e altro tempo, 6 mesi, per "chi vorrà traghettare Alitalia verso un altro proprietario".

Nella speranza -  scrive il Corriere della Sera - "che 1.126 giorni di amministrazione straordinaria, 1,3 miliardi di prestito complessivo e un nuovo bando bastino a rendere appetibile la compagnia agli occhi, e alle tasche, di un grande gruppo". Il riferimento, neanche troppo velato, è alla tedesca Lufthansa.

Oltre che un nuovo prestito ponte, e altri mesi, il decreto approvato ieri sera dal Consiglio dei ministri ha conferito all’amministrazione straordinaria un mandato più ampio. Potranno essere così gestiti esuberi (3.500-4.000) e le riduzioni di flotta e costi.

 

GEDI: EXOR compra la quota CIR e lancerà l’Opa su tutto il capitale (La Repubblica)

Nella serata di ieri EXOR ha annunciato che rileverà da CIR - che ha accettato l'offerta - il 43,78% del gruppo GEDI a un prezzo di 0,46 euro per azione. Un valore che incorpora un premio di oltre il 64% sulla chiusura di Borsa di venerdì del titolo GEDI, pari a 28 centesimi.

La società, che edita tra le altre La Repubblica, L’Espresso e La Stampa, passerà così alla holding della famiglia Agnelli. Che dopo aver rilevato le azioni dalla finanziaria dei De Benedetti lancerà un offerta obbligatoria, sempre a 0,46 euro per azione. Il quotidiano ricorda che EXOR ha già una quota del 5,99% nella società editoriale ed arriverà così a quasi il 50%.

L’operazione è condizionata al via libera di Commissione Ue e Antitrust e si prevede che sarà completata entro aprile del 2020. Secondo quanto indicato dalle due società, la finanziaria dei De Benedetti reinvestirà parte delle somme percepite rilevando il 5% della società al prezzo dell'OPA.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa

Guide Lavoro

Che cosa è e a chi serve il fondo San.Arti.

San.Arti. è il fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori del settore dell’artigianato. E’ stato costituito il 23 luglio 2012 da Confartigianato Imprese, Cna, Casartigiani, C.L.A.A.I. e dai sindacati Cgil, Cisl e Uil

da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »