NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria del 22 maggio 2020

di Redazione Lapenna del Web 22 mag 2020 ore 08:11 Le news sul tuo Smartphone

rassegna_stampaL’offerta di Intesa su UBI rischia di slittare a settembre (Il Sole24Ore)

Il Sole24Ore aggiorna sull'ops di IntesaSanpaolo su UBI Banca che, secondo il quotidiano, rischierebbe di slittare a settembre. Le cause principali sarebbero vincolate ai pareri positivi della Bce, Ivass e Banca di Italia. E nei successivi 15 giorni lavorativi alla definizione del quadro complessivo sarebbe la volta della Consob, che dovrebbe esaminare il prospetto. Infine è atteso il parere dell'Antitrus sulla concentrazione che si verrebbe a creare nel settore. Un iter che potrebbe durare dei mesi e concludersi dopo l'estate.

Tra le condizioni di efficacia dell'offerta ci sarebbero, secondo quanto ricorda il quotidiano economico, l'approvazione incondizionata dell'operazione da parte dell'Antritust di Albania e Serbia. Se dovessero esserci delle condizioni più onerose imposte dalle autorità, IntesaSanpaolo potrebbe decidere di ritirarsi. Altro nodo la clausola "mac" (materila adverse change clause) a garanzia dell'offerta in caso di eventi gravi e imprevisti. Per questo i due isititui di credito hanno messo in campo i legali. Sarà compito degli advisor in questione risolvere la situazione e, nel caso si vada a dopo l'estate, ci saranno a disposizione anche i conti delle semestrali di ognuna.

 

Cig record, ad aprile le ore di tutto il 2009 (Corriere della Sera)

Il Corriere della Sera riporta i dati dell'Inps sulle richieste di cassa integrazione da parte delle imprese. Nel mese di aprile sarebbe state richieste 772,3 milioni di ore di cassa integrazione dalle aziende contro i 25 milioni dello stesso mese del 2019. Un aumento del tremila percento. L'eccesso sarebbe dovuto principalmente al lockdown delle attività causato dal Covid-19 che, per questa volta, sarebbe stato esteso anche agli esercizi con meno di cinque dipendenti. Le regioni che avrebbero ricorso maggiormente alla cassa integrazione sarebbero state: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte.

"Altro dato che deve far riflettere è che circa l’85% delle ore autorizzate si riferiscono ad una durata di 9 settimane, che è la misura massima prevista dal decreto Cura Italia". Successivamente - con il decreto Rilancio - sono state previste altre 9 settimane. Tuttavia è possibile utilizzarne solo 5 subito, mentre le restanti 4 vanno destinate ai mesi di settembre e ottobre. Questo comporterebbe per le aziende, secondo il quotidiano, una mancanza di copertura per la seconda parte dell'anno.

Da evidenziare infine i ritardi dei pagamenti, in particolare della cassa in deroga. Fino ad oggi sarebbero 8 milioni i lavoratori messi in cig, ma solo 4,6 milioni avrebbero ricevuto l'assegno.

 

Per le grandi di Piazza Affari un trimestre da dimenticare: bruciati sul listino 86 miliardi (La Repubblica)

La Repubblica riprende il report dell'ufficio studi di Mediobanca, che ha studiato l'impatto dell'emergenza sanitaria legata al Covid-19 sui conti delle principali aziende - esattamente 25 - di Piazza Affari. Sarebbero state escluse dalla ricerca le banche, le assicurazioni, Atlantia (che non ha ancora presentato la trimestrale) ed Exor, che non pubblica i risultati. In un trimestre sarebbero andati in fumo circa 86 miliardi di capitalizzazione e 900 milioni di dividendi con un dato sul monte cedole inferiore del 7,2% rispetto al 2019. Le 25 società prese in esame avrebbero perso il 22,4% del valore di mercato tra fine dicembre e fine marzo.

Tra i settori, secondo il quotidiano, il comparto energetico/utilities avrebbe presentato il calo inferiore (-10,6%) rispetto al 2019, mentre il petrolifero avrebbe subito una frenata più netta (-34,8%), a seguire i servizi (-28,1%) e manifattura (-25,8%). Quest' ultimo sarebbe stato molto penalizzato con un calo del fatturato del 11,8% il peggiore degli ultimi 30 anni.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »