NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria del 2 luglio 2019

di Mauro Introzzi 2 lug 2019 ore 08:36 Le news sul tuo Smartphone

Intesa, sugli Utp accordo a un passo. Cessione a Prelios senza minusvalenze (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico scrive che sarebbe ormai in dirittura d'arrivo la finalizzazione dell'operazione di smaltimento di circa 10 miliardi di inadempienze probabili (unlikely to pay) di IntesaSanpaolo. L'impianto dell'intervento sarebbe stato definito: mancano ancora alcuni dettagli ma i prossimi 10 giorni "saranno decisivi per cristallizzare l’accordo".

Secondo il Sole24Ore dei 10 miliardi oggetto del deal, circa 3,5 miliardi dovrebbero passare da IntesaSanpaolo a Prelios, la controparte in questa operazione, sostanzialmente al loro valore di libro. Secondo il quotidiano questo permetterebbe alla banca di Carlo Messina "di non dover registrare minusvalenze a bilancio, ed evitare così possibili impatti patrimoniali".

 

Mps cambia strategia sugli npl
 (MF)

Il quotidiano finanziario descrive il nuovo approccio di Monte dei Paschi di Siena nei confronti dei crediti deteriorati. Nelle scorse ore la banca senese ha annunciato il recesso dal contratto di servicing decennale stipulato con Juliet, la piattaforma di recupero strutturata da Cerved e Quaestio nell'ambito del piano di salvataggio del 2016.

A causa di questa scelta l'istituto guidato da Marco Morelli sarà costretto a pagare un indennizzo di 40 milioni. Tuttavia, secondo MF, questa decisione "consente un margine di manovra più ampio nelle prossime iniziative di derisking che il management sta studiando in queste settimane". Non a caso il titolo ha registrato ieri in borsa una seduta positiva.

Il quotidiano ricorda poi le ultime operazione di riduzione dei crediti deteriorati compiute da Monte dei Paschi di Siena: 12 mesi fa la chiusura di una cartolarizzazione da 24 miliardi, poi la cessione di diversi pacchetti di crediti deteriorati (npl e utp). tuttavia la banca è ancora lontana dai target richiesti dalla Bce ed è necessario "un'ulteriore sforzo".

 

Tassi dei Btp sotto il 2%, la corsa di Wall Street (Corriere della Sera)

Il quotidiano fa il punto della situazione sui mercati finanziari. Wall Street ha archiviato il miglior primo semestre dell’anno dall’epoca della bolla delle dot.com, ossia degli ultimi vent’anni. Il progresso dell’indice S&P500 è stato pari al 17,3% e bisogna andare indietro al 1997 per trovare un rendimento simile.

Bene anche la borsa italiana, con il FTSEMib in rialzo da inizio anno di più del 15%. E molto bene il fronte del reddito fisso: il Corriere mette in risalto che "per la prima volta da oltre un anno il rendimento del decennale del Tesoro italiano scivola al di sotto della soglia psicologica del 2%, a quota 1,96% (dal 2,09% della vigilia).

Poco sotto alle performance di Piazza Affari anche quelle dei mercati europei. A creare le condizioni per una ulteriore crescita dei listini, secondo gli analisti, sono state essenzialmente le banche centrali.

 

Calo storico di FCA. Nel mercato italiano vende solo un’auto su 5 (La Repubblica)

Il quotidiano commenta gli ultimi dati sulle immatricolazioni italiane, in particolare relative a Fiat Chrysler Automobiles. Nel mese di giugno le vendite dell’auto hanno registrato complessivamente un calo lieve, "ma a scendere molto è stata FCA, che ha ridotto al 22,4% la sua quota sul mercato italiano, ai livelli più bassi della sua storia".

Nella prima metà dell'anno il mercato italiano ha perso complessivamente il 3,5%, ma il gruppo italiano è sceso a due cifre. Così oggi, in Italia, "solo un’auto su cinque - evidenzia La Repubblica - è del costruttore del Lingotto". dieto a FCA, i tedeschi di Volkswagen (al 16%) mentre i francesi di Psa (Peugeot e Citroen) sono terzi (al 14%). Quarta Renault (12%).

A proposito di Renault, accostata a fine maggio al Lingotto, il quotidiano scrive che "le ipotesi di ripresa della trattative tra Torino e Parigi continuano a incontrare secche smentite sul versante italiano delle Alpi".

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come possono essere ritirare le vincite al Superenalotto? I premi Possono essere riscossi presentando la ricevuta originale e integra della schedina vincente giocata Continua »