NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria del 12 dicembre 2019

di Mauro Introzzi 12 dic 2019 ore 08:23 Le news sul tuo Smartphone

Alitalia guarda a Lufthansa, ma l’addio a Delta è un salasso (Il Sole24Ore)

Il quotidiano economico scrive che Alitalia, dopo l’arrivo del nuovo commissario Giuseppe Leogrande, potrebbe esplorare la strada di un accordo commerciale con la compagnia tedesca Lufthansa. Questo accordo commerciale sarebbe "il primo passo verso un’integrazione, qualora in futuro i tedeschi decidessero di comprare la maggioranza di Alitalia". Secondo quanto scrive il quotidiano, infatti, Alitalia interessa al gruppo tedesco "ma deve essere prima ristrutturata".

Un'intesa commerciale con Lufthansa comporterebbe però dei costi. Derivanti dalla necessità di Alitalia di uscire dall’alleanza SkyTeam con Air France-Klm, Delta e altri. Questa uscita comporterebbe, tra penali e mancati ricavi, delle spese comprese tra i 200 e i 300 milioni annui.

Nel frattempo, riporta Il Sole24Ore, sul tavolo del nuovo commissario non c’è solo la pista tedesca "ma anche una lettera di German Efromovich, l’imprenditore sudamericano che il 22 novembre, dopo il venire meno della cordata Fs-Delta per il no di Atlantia, ha scritto ai tre commissari uscenti". Efromovich si è detto "pronto a mettere sul piatto 800 milioni di euro per comprare tutta Alitalia e senza esuberi".

 

 IntesaSanpaolo guarda ai risparmi cinesi
 (MF)

Nelle scorse ore IntesaSanpaolo ha ottenuto dalla Cina la Fund Distribution License. MF spiega che si tratta dell'autorizzazione a svolgere attività di Wealth Management e che l'istituto di Carlo Messina è la prima banca straniera in assoluto ad ottenerla. IntesaSanpaolo svolgerà questa attività "attraverso una propria società, Yi Tsai (Talento Italiano), distribuendo prodotti mirati per il mercato a clienti High Net, quelli con un'ottima disponibilità economica".

Yi Tsai, che fa parte della Divisione International Subsidiary Banks del gruppo, punta alla grande quantità di risparmio che rimane sui conti dei cittaddini cinesi. MF ricorda una recente ricerca di Bain, secondo cui in Cina ci sarebbbero 12.800 miliardi di euro parcheggiati in conti correnti e fondi di liquidità (grazie anche al fatto che il costo del denaro è ancora ampiamente positivo). E gli Hight Net Worth Individuals, ossia i risparmiatori con grandi patrimoni che detengono oltre 10 milioni di yuan a testa, sono circa 2,2 milioni.

MF scrive che, in Cina, IntesaSanpaolo "si è dato come obiettivo quello di raccogliere 50 miliardi in tre/quattro anni grazie alla partnership con Bank Qingdao, con sede nell'omonima città".

 

Bonus per il latte artificiale: alle famiglie 400 euro (Corriere della Sera)

Il quotidiano fa il punto della situazione sulle ultime novità relative alla legge di bilancio e alle manovre economiche in essa contenute. Per l'ennesima volta cambia la tassa sulla plastica: il balzello, rinominato "plastic tax", scenderà ulteriormente a 45 centesimi al chilo, rispetto ai 50 centesimi concordati dopo il vertice di maggioranza che a sua volta rivedeva l'euro del testo iniziale.

Tra le altre novità è stato abolito, su proposta di Forza Italia, lo sconto in fattura relativo all’ecobonus e sismabonus. Mentre su stimolo di Italia Viva è passato un emendamento che equipara i monopattini elettrici alle biciclette elettriche, consentendo loro di circolare senza assicurazione. Da iniziative dei 5 Stelle un bonus fino a 400 euro all’anno per l’acquisto del latte artificiale per le mamme che non possono allattare e una modifica al reddito di cittadinanza: in caso di contratto a termine il sussidio non verrà più tolto ma solo sospeso per la durata dello stesso contratto.

Infine ci sarà l'esenzione dai contributi per tre anni per le imprese fino a 9 dipendenti, che assumono apprendisti nel 2020. E l'eqiparazione delle atlete professioniste ai colleghi uomini.

 

Moody’s: banche Ue, prospettive negative (La Repubblica)

Il quotidiano riprende un'analisi di Moody's sulle banche europee. L'agenzia di rating ha deciso di abbassare da stabili a negative le prospettive di sviluppo degli istituti bancari dell’Ue. Secondo quanto evidenzia il quotidiano alcune delle ultime azioni messe in campo dalle banche in questi anni (come i tagli alla forza lavoro, la chiusura di migliaia di sportelli, la cessione di prestiti deteriorati), non sono bastate.

Secondo quanto scrive La Repubblica "le banche europee — pensa Moody’s — avrebbero bisogno di grandi investimenti in tecnologie digitali perché le abitudini dei loro clienti stanno cambiando". Sullo sfondo alcune problematiche, come la crescita economica debole o le guerre commerciali, che deprimono la capacità di esportare.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa

Guide Lavoro

Gli incentivi per l'assunzione di lavoratori

La legge riconosce sgravi contributivi per le assunzioni di persone in particolari condizioni. L’incentivo ha un’entità e una durata variabile. In questa guida tutti i bonus attualmente in vigore

da

ABCRisparmio

Come funziona la cedolare secca

Come funziona la cedolare secca

La cedolare secca consiste in un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali che si applica a redditi derivanti dalla locazione di immobili Continua »