NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economica del 25 luglio 2012

di Mauro Introzzi 25 lug 2012 ore 09:23 Le news sul tuo Smartphone
Giallo sulla lettera Ligresti-Mediobanca (Il Sole24Ore)
Il Sole24Ore apre la sezione relativa a "Finanza & Mercati" con l'inchiesta della Procura di Milano su quello che potrebbe anche sembrare un "tentativo di ricatto" da parte della famiglia Ligresti nei confronti di Mediobanca. Il pm Orsi, per indagare su questa eventualità, ha sequestrato una letteta nella quale i Ligresti avrebbero messo nero su bianco le condizioni per uscire dalle proprie società a favore dell'ingresso di Unipol.
Secondo quanto riportato dal quotidiano, la missiva in questione (che non ha firme in calce) prevedeva una maxibuonauscita, una segretaria e un ufficio per Salvatore Ligresti e una liquidazione per Jonella Ligresti.

Shopping di Generali in Polonia (MF)

MF indica che il Leone di Trieste, tramite la joint venture PPF Holding, ha rilevato la polacca Proama, messa in vendita da Groupama. L'operazione, secondo il quotidiano, consentirà al gruppo di crescere più rapidamente nel Paese dell'Est che ha tassi di sviluppo assicurativo tra i più alti in Europa.
Nel frattempo gli analisti di Fitch hanno confermato a "A-" il giudizio sulla società, che il primo di agosto vedrà insediare ai suoi vertici, il nuovo amministratore delegato Mario Greco. Nello stesso giorno si riunirà anche il consiglio d'amministrazione chiamato ad approvare la relazione sulla semestrale.

La svolta di Palladio su Fonsai (Corriere della Sera)

Il quotidiano di Via Solferino indica che potrebbe essere finita l'avventura del tandem Sator-Palladio nella partita che porta verso Fondiaria-Sai. Nella giornata di ieri Palladio ha dato comunicazione alla Consob di aver venduto il 5% del capitale della compagnia assicurativa che aveva in portafoglio. Il fondo di Roberto Meneguzzo ha conservato però la titolarità sui diritti di opzione e ha tempo fino al primo agosto per esercitarli o meno e quindi sottoscrivere o no l'aumento di capitale.
La Sator di Arpe, che con Palladio aveva un patto di consultazione nel capitale di Fondiaria-Sai, non ha invece fatto sapere ancora nulla e dovrebbe aver conservato il suo 3% con i relativi diritti.

Atene è di nuovo fuori rotta, torna lo spettro default. UE: ristrutturare ancora il debito (La Repubblica)

La Repubblica evidenzia come la UE abbia chiesto alla Grecia, che "non ha fatto i compiti assegnati", una nuova manovra per rinegoziare il debito. Proprio ieri è iniziata la missione della Troika (Fondo Monetario Internazionale, Banca Centrale Europea e Unione Europea) che sta controllando l'andamento del piano di ristrutturazione di Atene.
Nel frattempo il presidente Antonis Samaras ha evidenziato come "alcuni irresponsabili vorrebbero farci uscire dall'Europa, ma noi dimostreremo che la Grecia è in grado di farcela".

Merkel: "Le nostre risorse non sono illimitate" (La Repubblica)

Il quotidiano riporta le reazioni dei vertici tedeschi alla decisione dell'agenzia di rating Moody's di abbassare da "stabile" a "negativo" l'outlook sull'economia e sui conti pubblici teutonici. La Cancellliera Angela Merkel, che ha comunque evidenziato che le risorse tedesche non sono illimitate, ha esorcizzato la bocciatura, indicando che i vertici governativi tedeschi "ne prendono atto con nessun dramma".
Un portavoce del governo ha poi evidenziato come la bocciatura colpisca il paese da cui stanno proveniendo gli aiuti agli altri paesi dell'Eurozona.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa