NAVIGA IL SITO

Il governo accelera: subito il 5% di Enel e poi sul mercato andrà il 40% di Ferrovie (La Repubblica)

di Mauro Introzzi 20 nov 2014 ore 08:02 Le news sul tuo Smartphone

renzi3La Repubblica scrive che sulla scrivania del Ministero dell'Economia si è improvvisamente riaperto il dossier delle privatizzazioni, con appuntamenti piuttosto scadenzati. Il paniere delle aziende che andranno sul mercato è ricco: da Enel a Ferrovie dello Stato, passando per Poste, Enav a Sace. Il primo passo sarà proprio quello del collocamento di una quota del 5% di Enel: la procedura sarebbe ormai completata e si aspetta solo il momento buono, ossia che il mercato sia in grado di assorbire un'offerta di questo genere. Nelle aspettative dello Stato questa operazione dovrebbe portare nelle sue casse almeno 2 miliardi di euro.
Ad eccezione della prossima settimana, quando negli Usa si festeggia il Giorno del Ringraziamento e quindi l'attività borsistica è limitata, ogni giorno potrebbe essere buono.
La seconda tappa potrebbe essere quella del collocamento di Poste tra la primavera e l'estate del 2015: in programma la privatizzazione del 40% con un incasso previsto di 4 miliardi.
L'ultima novità è quella del collocamento di Ferrovie dello Stato, per cui si è creato una task force per la quotazione.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: enel , poste italiane , ferrovie dello stato