NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Più pensioni e più precari, l’Italia delle generazioni divise (La Repubblica)

Più pensioni e più precari, l’Italia delle generazioni divise (La Repubblica)

di Mauro Introzzi 19 gen 2018 ore 07:15 Le news sul tuo Smartphone

Il quotidiano fotografa l’attuale situazione del lavoro nel nostro paese. I numeri diffusi nelle scorse ora dall’Inps indicano che nei primi undici mesi del 2017 sono stati attivati 1,43 milioni di contratti a tempo indeterminato, per un calo del 4,48% sullo stesso periodo del 2016; le cessazioni di contratti stabili hanno superato le assunzioni, toccando quota 1,45 milioni. Sale invece il lavoro precario: tra gennaio e novembre dello scorso anno sono stati firmati 4,4 milioni di contratti a termine, 910mila in più (+26%).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Smart working: cos'è e come funziona il lavoro agile

Smart working: cos'è e come funziona il lavoro agile

Per legge italiana è il lavoro agile. Per quasi tutti è lavorare da casa. Vediamo cos'è lo smart working, il modo di lavorare che può cambiare la vita Continua »

da

ABCRisparmio

Come detrarre asilo, scuole e università dal modello 730

Come detrarre asilo, scuole e università dal modello 730

Nella dichiarazione dei redditi è possibile detrarre le spese per istruzione. Tra queste ci sono quelle per l'asilo, le scuole e l'università. Continua »