NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Più pensioni e più precari, l’Italia delle generazioni divise (La Repubblica)

Più pensioni e più precari, l’Italia delle generazioni divise (La Repubblica)

di Mauro Introzzi 19 gen 2018 ore 07:15 Le news sul tuo Smartphone

Il quotidiano fotografa l’attuale situazione del lavoro nel nostro paese. I numeri diffusi nelle scorse ora dall’Inps indicano che nei primi undici mesi del 2017 sono stati attivati 1,43 milioni di contratti a tempo indeterminato, per un calo del 4,48% sullo stesso periodo del 2016; le cessazioni di contratti stabili hanno superato le assunzioni, toccando quota 1,45 milioni. Sale invece il lavoro precario: tra gennaio e novembre dello scorso anno sono stati firmati 4,4 milioni di contratti a termine, 910mila in più (+26%).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Gig economy: lavoreremo tutti per un algoritmo?

Gig economy: lavoreremo tutti per un algoritmo?

Economia dei lavoretti, ma non solo. La gig economy potrebbe diventare la nuova forma di organizzazione del lavoro per molti. Vediamo di cosa si tratta Continua »

da

ABCRisparmio

Comprare o affittare casa?

Comprare o affittare casa?

Se inserita in un'ottica di gestione patrimoniale, comprare o affittare casa può essere una scelta più difficile di quanto sembri. Uno strumento aiuta a chiarirsi le idee Continua »