NAVIGA IL SITO

Pensioni, per le imprese ipotesi di scivolo fino a 5 anni (Corriere della Sera)

di Mauro Introzzi 18 giu 2019 ore 06:51 Le news sul tuo Smartphone

italia-euroIl quotidiano riporta i principali punti del decreto crescita, atteso alla Camera tra oggi e domani, e che deve essere convertito entro il 29 giugno. Tra gli emendamenti più rilevanti quello che prevede l’archiviazione della solidarietà espansiva a favore del “contratto di espansione”. L’iniziativa è dedicata alle grandi aziende con più di mille lavoratori che, all’interno di un processo di rinnovamento tecnologico, avrebbero “la possibilità di incentivare l’uscita dei più anziani dando loro in cambio uno «scivolo» — a carico delle imprese — fino a 5 anni dalla pensione (la proposta iniziale era uno scivolo di 7 anni)”. In contemporanea “le aziende potranno anche ridurre l’orario degli altri dipendenti e fare assunzioni”.

Sempre all’interno del decreto crescita l’accordo sui debiti di Roma e dei Comuni, bonus rottamazione esteso all’acquisto di tutte le moto e le mini-car, rimborsi più veloci per le vittime dei crac bancari, slittamento al 30 settembre dei nuovi studi di settore e dei relativi versamenti.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: pensioni
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

Pensione di reversibilità 2019: chi ne ha diritto, importo e domanda

Pensione di reversibilità 2019: chi ne ha diritto, importo e domanda

La pensione di reversibilità spetta ai parenti stretti di un pensionato defunto. Anche nel caso in cui ne abbia maturato di diritti pur continuando a lavorare. Continua »