NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Economia e Politica » Rassegna stampa economico-finanziaria dell'8 novembre 2018

Rassegna stampa economico-finanziaria dell'8 novembre 2018

di Mauro Introzzi 8 nov 2018 ore 07:01 Le news sul tuo Smartphone

Poste disinnesca la mina dello spread. Sulla Rc Auto in corsa Unipol e Allianz (Il Sole24Ore)

Il Sole24Ore mette sotto la lente Poste Italiane e le sue prossime mosse. Secondo quanto riporta il quotidiano il gruppo ha messo "in sicurezza il coefficiente di solvibilità, l’indicatore di solidità patrimoniale previsto dalla direttiva Solvency II, che da mesi soffre per colpa dell’aumento dello spread". Il Sole24Ore evidenzia come l'andamento di questi ultimi mesi del debito sovrano abbia messo sotto pressione questo indice nelle compagnie assicurative maggiormente esposte sui titoli di Stato. E Poste ne possiede "tra 130 e 140 miliardi, di cui circa 90 fanno capo a Poste Vita".

L'articolo scrive poi che la società prosegue con la ricerca di un partner per l’RcAuto. Il gruppo ha inviato a 5 player della short list (Generali, Unipol, Allianz, Axa e Zurich) una missiva con la quale si comunicava che la scelta finale potrebbe non riguardare più soltanto un partner, ma potrebbero essere anche due.


Enria a capo della Vigilanza Bce (MF)

Il quotidiano finanziario scrive della scelta, da parte del consiglio direttivo della BCE, di Andrea Enria come nuovo presidente della Vigilanza a partire dal primo gennaio. L'attuale numero uno dell'EBA (l'autorità bancaria europea) ha battuto la concorrenza dell’irlandese Sharon Donnery e succederà così a Danièle Nouy. Ora l'economista, già capo del servizio Normativa della Banca d’Italia, sarà ascoltato alla commissione economica del Parlamento Ue. Poi la sua nomina dovrà essere approvata dal Parlamento e dal Consiglio Ue. Dei passaggi che secondo MF sarebbero solo "una formalità".

 

Draghi a Tria: il deficit deve calare anche più di quanto chiede l’Europa (Corriere della Sera)

Il Corriere della Sera di oggi ha pubblicato la notizia secondo la quale, lo scorso lunedì, Mario Draghi avrebbe consigliato al governo italiano di ridurre il deficit pubblico anche "più di quanto si aspetta Bruxelles sulla base di quanto aveva concordato con il precedente governo". Quindi sotto all'1% del Pil. Di contro, il ministro Tria, durante il meeting dei ministri finanziari del'eurozona, ha ribadito che le decisioni di Roma non cambiano, anche se sembra che abbia lasciato intendere di comprendere le preoccupazioni europee.

Se entro il 13 novembre non verranno apportate delle modifiche alla legge, è probabile che Bruxelles apra una procedura d'infrazione contro l'Italia.

Oggi, si legge nell'articolo, saranno pubblicate le previsioni sulle economie dell'Ue: per l'Italia si aspetta una crescita intorno all'1% con un deficit in rialzo.

 

Carta d’identità e bonifico la grande corsa degli italiani a portare i soldi in Svizzera (La Repubblica)

In un reportage, La Repubblica ha messo sotto la lente i conti nelle banche svizzere. Sembra infatti che in queste settimane la crescente instabilità economica stia preoccupando i risparmiatori italiani, che in numero crescente si stanno recando presso gli istituti bancari del suolo elvetico chiedendo di poter aprire un conto.

Secondo quanto riportato dal quotidiano, aprire un conto in Svizzera (operazione peraltro semplicissima, serve munirsi soltanto della carta d'identità) non fa sparire i soldi dal radar del fisco italiano, dato che gli istituti sono comunque obbligate a comunicare a fine anno gli estratti conto.

Sembra che siano finiti i tempi in cui venivano nascoste enormi somme di denaro contante in Svizzera, dal momento che il trasferimento avviene in gran parte tramite bonifico, e le banche di norma non si prendono più la responsabilità dei passaggi in nero.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: rassegna stampa
da

SoldieLavoro

Guida completa al contratto di prestazione occasionale: le novità 2018

Guida completa al contratto di prestazione occasionale: le novità 2018

Con prestazione occasionale si intende una fattispecie di contratto attraverso il quale una parte assume l’altra a svolgere un determinato lavoro per un breve periodo di tempo Continua »

da

ABCRisparmio

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Pensioni: Quota 100 spiegata in pochi minuti

Quota 100 è un sistema che consente la possibilità di accedere alla pensione nel momento in cui la somma tra età anagrafica e contributi versati è pari ad almeno 100 Continua »