NAVIGA IL SITO

Rassegna stampa economico-finanziaria del 28 maggio 2019

di Mauro Introzzi 28 mag 2019 ore 06:55 Le news sul tuo Smartphone

Progetto Italia, tra Cdp e Salini prima intesa sulla governance (Il Sole24Ore)

Secondo il quotidiano economico si sarebbe compiuto un passo avanti verso il buon fine dell’operazione di realizzazione del maxi polo delle costruzioni chiamato Progetto Italia, promosso da Salini Impregilo e con il coinvolgimento di Cdp, che passa dal salvataggio di Astaldi.

Il Sole24Ore scrive che nel corso della scorsa settimana si sarebbero fatti “progressi importanti su temi sostanziali”, che riguardano “il valore dell’aumento di capitale del general contractor (600 milioni di cui la metà a carico di Cdp), il supporto delle banche, il perimetro della manovra e la tempistica, compresa la necessaria due diligence”. Si sarebbe stabilito che “a Salini Impregilo continuerà a fare capo la nomina dell’amministratore delegato e del general manager, mentre Cdp potrà esprimere il presidente”.

 

Nodo valutazione per Tim-Open Fiber (MF)

Il quotidiano finanziario scrive che l’impalcatura di massima dell’operazione di aggregazione tra Tim e Open Fiber si sarebbe già trovata. L’ultima ipotesi allo studio prevede il conferimento a Tim - in aumento di capitale - della quota del 50% di Open Fiber in mano alla Cdp. Open Fiber diventerebbe così un soggetto controllato al 50% da Tim (che a sua volta avrebbe Cdp come primo azionista) e, per l’altro 50%, da Enel. 

Tuttavia, secondo MF, “mettere d’accordo tutti i soggetti coinvolti non sarà semplice”. Ci sarebbero infatti alcuni ostacoli che al momento risultano complessi da superare. Il principale, secondo il quotidiano finanziario, sarebbe il nodo della valutazione di Open Fiber: il punto è stabilire quanto vale il gruppo della fibra.

 

Il rilancio di Fiat con nuove utilitarie. L’idea di produrre una Punto elettrica (Corriere della Sera)

Il quotidiano prova a ipotizzare quali possono essere i primi effetti di una fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e Renault. Come il rilancio del marchio Fiat, "attualmente povero di modelli". Secondo il Corriere della Sera, infatti, "Fiat non può essere solo 500: Fiat, per tutto il mondo (Stati Uniti compresi) è il brand simbolo di una storia industriale nata da piccole city car, comode, capaci di ospitare una famiglia, pur in dimensioni contenute, generalmente comprese tra i 3,90 e i 4,10 metri".

Così spunta l'ipotesi di produrre una nuova versione della Punto: "una Punto tecnologica, elettrica, ibrida, connessa che possa fornire comfort e sicurezza simili alle vetture di categoria superiore". Potrebbe essere sviluppata sulla piattaforma della Renault Clio, con il Centro Stile Fiat che "dovrebbe studiare solo la scocca nelle diverse tipologie di carrozzeria e gli interni".

 

Bruxelles prepara la procedura contro l’Italia. Al Tesoro solo 48 ore per rispondere sul debito (La Repubblica)

Il quotidiano scrive che l’Europa sarebbe pronta a imporre una “pesante procedura” sul debito italiano. La giornata da segnare sul calendario sarebbe quella infatti del 5 giugno. Il passo appare inevitabile e "costringerà Roma a risanare il bilancio per almeno cinque anni".

Già domani, secondo quanto riporta La Repubblica, "Bruxelles spedirà una lettera al Tesoro con richieste di informazioni sul debito. Una mossa formale, prevista dalle regole, che di per sé non implica una successiva procedura". Ma al posto delle due canoniche settimane la Commissione darà al governo appena 48 ore per rispondere, "indicando quei fattori rilevanti che secondo Tria dovrebbero portare al perdono europeo".

La Repubblica ricorda quelli che sono i numeri in ballo: un debito in salita al 133,7% del Pil, un deficit che corre al 2,5% quest’anno e verso il 3,5% nel 2020 e una crescita prossima allo zero. Con uno spread salito a 280 punti.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: rassegna stampa

Guide Lavoro

L'anticipo del TFR: quanto e quando è possibile chiederlo

Il lavoratore può chiedere al datore di lavoro anche un anticipo del TFR (il Trattamento di Fine Rapporto) mentre ancora sta lavorando per lui. La richiesta deve essere presentata per iscritto

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »